Mike

Prima considerazione: così come avvenuto in passato con Tristan Nitot, presidente di Mozilla Europe, e recentemente con Matt Mullenweg, è sempre un piacere trovare una persona simpatica, disponibile e ben felice di parlare con gli altri del proprio lavoro. Nel caso specifico si è trattato di Mike Schroepfer, Vice President Of Engineering in Mozilla, incontrato in un’afosa e bagnata cena milanese in compagnia di qualche altro blogger (e diverse assenze ingiustificate 🙄 ).

Durante la cena ne ho approfittato per fargli qualche domanda su diversi argomenti.

Mozilla Mobile
Ricordando il suo post scritto in ottobre su Mozilla Mobile (al tempo della cena con Tristan Nitot e delle voci su un possibile GPhone), gli ho chiesto quanto è cambiata la situazione rispetto a quel periodo. La risposta è stata “it’s radically changed”: mi ha spiegato che ora ci sono ingegneri che lavorano a tempo pieno sul progetto Fennec (nome in codice di Mozilla Mobile, una volpe dalle orecchie giganti), con collaboratori anche nel nord Europa, e il mobile è considerato un settore primario in Mozilla.

Fennec

Foto origina di suneko, licenza cc (vi ricorda qualcosa?)

Il problema principale rimane quello di trovare una soluzione che garantisca compatibilità con le diverse piattaforme disponibili (da Symbian ad Android, passando per Windows Mobile e anche per il Nokia N810). Visto che Mike sfoggiava un iPhone – usato per mostrarmi la foto del fennec in questione – alla domanda “Vedremo mai Firefox su iPhone?” la risposta è stata, con un sorriso, “Really hard, but not impossible!”.

Processo di sviluppo
A bocce quasi ferme, è stata una buona idea quella di passare a Mercurial in concomitanza con la release 3 di Firefox? Risposta: si trattava di una decisione che, in un modo o nell’altro, andava presa dopo i mesi di discussione su pregi e difetti dei vari sistemi di version control. Per quanto si tratti di un’opinione condivisibile – a volte c’è bisogno di qualcuno che prenda decisioni impopolari e di dare una brusca sterzata – resto dell’idea che si potesse comunque farlo in un momento meno concitato (ad esempio nella fase post mortem di Firefox 3) 😉

Il processo di release di Firefox 3
È soddisfatto di come sta procedendo il rilascio di Firefox 3? Assolutamente sì. Arrivati a un certo punto era indispensabile fermarsi, non inserire ulteriori nuove funzioni e concentrarsi sull’assestamento di quelle presenti. Per questo motivo alcune funzionalità non perfettamente mature o problematiche sono state escluse da Firefox 3 (ad esempio il cross-site XHTMLRequest).

Allo stesso tempo Mike non si è limitato a rispondere alle domande, ma si è dimostrato molto “attivo”:

  • mi è parso molto interessato al problema della localizzazione, consapevole delle difficoltà tuttora presenti nel processo e della frammentazione dei diversi gruppi nazionali. Dal mio punto di vista ho sottolineato come sia positivo che Mozilla stia investendo soldi e tempo nella ricerca e nello sviluppo di tool di localizzazione: questo potrebbe aiutare i localizzatori dal punto di vista pratico e anche creare competenze da condividere attraverso le varie realtà nazionali;
  • sia io che Giuliano abbiamo sottolineato quanto sia importante l’appoggio di Mozilla Europe alla nostra associazione, e anche il positivo cambio di mentalità nei confronti dei localizzatori avvenuto negli ultimi 2 anni (ricordando i rilasci disastrosi di Firefox 1.5 e precedenti);
  • dopo aver scoperto che entrambi siamo utenti di Firefox 3 su Mac OS X dalle versioni alfa o beta, Mike ha chiesto a me e Davide un parere sulla release 3 di Firefox. Personalmente non ho avuto timore a sostenere che si tratta di una delle migliori release di Firefox per numero di nuove features (la barra degli indirizzi, la creazione rapida dei segnalibri e le etichette sono davvero in grado di cambiare il modo di navigare), in termini di cura dei dettagli (vedi ad esempio il tema di Firefox su Mac) e di miglioramento delle prestazioni. Sicuramente si tratta di un grosso passo avanti rispetto a Firefox 2, una versione che a molti era apparsa “monca” senza Places.

E con questo incontro salgono a cinque le facce note che troverò al Firefox Summit 2008 di Whistler 😉


Firefox 3 Add-ons t-shirt

30 maggio 2008

Quando ormai le speranze di riceverla erano ridotte al lumicino (ne parlavamo giusto ieri sera con Giuliano), ecco arrivare questa mattina il postino con la nuova t-shirt di AMO (qui il retro) 🙂

Firefox 3 Add-ons t-shirt (front)

In giornata (sonno e lavoro permettendo) qualche considerazione sull’incontro di ieri sera a Milano con Mike “schrep” Schroepfer – Mozilla Vice President Of Engineering.


Mac OS X Leopard 10.5.3

28 maggio 2008

Stica’ e meco’, alla faccia dell’aggiornamento.


Zeus FUD

27 maggio 2008

Zeus News si dà al FUD pesante (peraltro senza mettere il link alla notizia di partenza, vecchia di 6 giorni e recuperata con buona probabilità da Digg)

Sono stati infatti identificati dei bug nella Release Candidate 1 del browser; alcuni di una serietà tale che stanno facendo considerare la possibilità di rilasciare una Rc2 finora non prevista prima della versione definitiva.

Le Release Candidate non si programmano a priori: viene rilasciata una RC1, se è buona viene distribuita, se ha problemi ritenuti sufficientemente gravi viene rilasciata una seconda RC (in caso contrario le patch finiscono nel primo aggiornamento successivo alla release).

due bug esclusivi per il sistema operativo del pinguino sono la spiegazione per i rallentamenti e i blocchi dell’applicazione segnalati da molti utenti.

Visto che BugZilla è accessibile al pubblico, mettere un link ai due bug pareva brutto? Uno lo cita l’autore dell’articolo originale, l’altro qual è?

Un comportamento di questo tipo, però, inevitabilmente fa pensare che i dirigenti di Mozilla ritengano ormai di seconda classe gli utenti Linux. Visto che il problema interessa solo loro – sembra essere il ragionamento retrostante – che si arrangino per un po’; tanto, ci sono abituati. Nel frattempo il rilascio della versione 3 permette di fare bella figura con gli utenti di Windows – quelli che più interessano.

E vai col flame!

Citando l’autore originale dell’articolo in un post di soli 3 giorni dopo:

I want to thank everyone that threw their energy behind finding a workable solution. Mozilla really stepped up and has demonstrated that they do consider Linux a first-class platform. There is, of course, a little disagreement on about the downstream distribution patch policies but that is being worked through by the people that matter.

Tag Technorati: , , ,

Dove acquistare un Mac?

27 maggio 2008

Visto che entro un paio di mesi ho in programma l’acquisto di un nuovo Mac, sto iniziando a valutare le possibili alternative all’AppleStore online.

AppleStore

Mai avuto problemi in passato, unico difetto la mancanza totale di sconti o promozioni sull’hardware Apple.

Fornitori tradizionali

Fornitori da cui mi procuro l’hardware dei clienti, scartati a priori:

  • sconti risibili (2%);
  • in passato ho avuto una marea di problemi con il PowerBook, arrivato con uno slot non funzionante della RAM, per cui sono stato sballottato tra il fornitore che si rifiutava di considerarlo DOA e l’assistenza Apple.

Fnac

Se solo ci fosse un negozio Fnac in zona, probabilmente non avrei dubbi: ci sono sconti discreti e possibilità di estendere la garanzia a prezzi umani (non quelli di AppleCare, anche se ho letto che i tempi di riparazione sono spesso lunghi). Peccato che di negozi Fnac ce ne siano 6 in tutta Italia (Genova, Torino, Milano, Verona, Roma, Napoli), l’alternativa alla gita a Verona è l’acquisto online.

Essedi

Stesso sconto dei fornitori tradizionali (2%), non mi pare esista la possibilità di estendere la garanzia extra-Apple.

Negozi Apple

Sicuramente dovrò fare una capatina al negozio Apple di Brescia, in particolare per capire se è possibile:

  • avere un minimo di sconto rispetto ai prezzi online (ne dubito);
  • estendere la garanzia senza passare attraverso AppleCare;
  • passare da 2GB a 4GB senza spendere i 160€ richiesti da AppleStore (sostituirmeli after-market sarebbe l’ultimo dei problemi, il fatto è che poi mi tocca rivendere i due moduli da 1GB).

Conclusione

Mi sono perso per strada qualche alternativa? Hai acquistato in passato in un negozio Apple e puoi chiarire i miei dubbi? Hai avuto problemi con la garanzia Fnac? Fatti sentire nei commenti 😉


Cactus flower

Canon EOS 40D, Sigma Macro 150mm ƒ2.8, treppiede

Fiore del cactus (disponibile anche con lato 1920px, qui i parenti).

A proposito di piante grasse: quest’anno c’è una new entry in fase di fioritura, bisognerà verificare nei prossimi giorni colore e forma dei fiori 😉

Tag Technorati: ,