Firefox Summit 2008

22 maggio 2008

Un post intramuscolare – sono ingolfato tra assicurazioni, problemi con H3G, lavoro e tagliandi – per segnalare che il sottoscritto, insieme al Bin Laden nostrano, parteciperà dal 28 luglio al 1° agosto al Firefox Summit 2008 in quel di Whistler (Canana, British Columbia): sul blog di Mitchell Baker è già possibile leggere qualche informazione in proposito.

Broad aspirational goals are a good starting point because Mozilla as a project needs to motivate many thousands of people (tens of thousands or hundreds of thousands, actually) to move in the same general direction, most of whom aren’t full time, aren’t employees and may not even be known personally to us. We won’t know and don’t seek to control all the things people will do that make us more successful. Articulating a broad, commonly shared set of aspirations helps many disparate groups of people organize themselves and work towards very practical, concrete tasks that make our aspirations real.

Ora non mi resta che starmene chiuso in casa per i prossimi 2 mesi, cercando di evitare rapporti contro natura con autobus del servizio di trasporto cittadino* 😛


14 commenti/trackback a “Firefox Summit 2008”

  1. RNiK scrive:

    Mi raccomando: tenere alta la bandiera! 😀

    P.S. Ma viaggio e soggiorno ve lo pagate voi??

  2. flod scrive:

    Ma viaggio e soggiorno ve lo pagate voi??

    No 😀

  3. iacchi scrive:

    Anche perché sennò col cavolo… (210$ a notte…)

  4. miki64 scrive:

    Auguroni, ragazzi! 😀

  5. Underpass scrive:

    Portateci qualche cosa dalla convention (gadgets e amenità), o altrimenti non appresentatevi proprio al prossimo pranzo sociale! 😀

    Fatevi onore! 😉

  6. flod scrive:

    Visto che il pranzo sociale è un mese prima della trasferta canadese, ti assicuro che ti porterò dei gadget dal Canada (anche se poi non lo farò…) 😛

    P.S. a proposito di pranzo sociale e gadget: qualcuno si ricordi di portarmi le spille nere della fiera, altrimenti faccio una strage…

  7. Underpass scrive:

    Sì, vabbè, cominciamo a fare gli spiritosi… 😛

    Parlo del prossimo pranzo sociale DOPO il vostro viaggio… 😉

  8. flod scrive:

    Ti preferisco quando sei a casa senza linea 😛

  9. mak77 scrive:

    Bene a quanto pare ci si ritroverà in un micro meeting italiano a Vancouver, almeno potrò conoscervi 🙂 Iniziavo a temere di non poter esprimere tutta la mia ignoranza grammaticale nella nostra lingua madre (in americano ci riuscirò benissimo), invece pare che riuscirò a capire qualcuno quando parla :p

    Io dovrei andare su il 27 (sto ancora aspettando la conferma x l’hotel ma il viaggio è ok, dovrei atterrare intorno alle 14:30), da quel che ho capito il trasferimento a Whistler avverrà il 28, quindi se qualcuno vuole farsi un giretto per Vancouver il giorno prima e provare qualche specialità culinaria canadese io ci sono 😀

  10. flod scrive:

    Sia io che Iacopo abbiamo già organizzato tutto per il 28: non so se arriverà una conferma per l’hotel, l’e-ticket per l’aereo l’ho già stampato, appeso al muro e archiviato in pdf (si sa mai…) 😛

    Purtroppo all’inizio nessuno aveva parlato del giorno in più per chi arriva da Europa e Australia, anzi avevano specificato che bisognava arrivare entro le 17.00 del 28 luglio 🙁

    Quindi Malpensa->Amsterdam->Vancouver con KLM il 28 luglio per il sottoscritto (partenza 12:25 da Milano, arrivo 4:30 a Vancouver) Bologna->Amsterdam->Vancouver per il giovane Bin Laden 😛

    Da quanto ho sentito dovrebbe esserci anche un altro italiano 😉

  11. mak77 scrive:

    io ho letto la mail che diceva del giorno in più x gli europei e non volendo passare una giornata in coma ho pensato fosse meglio 🙂

    Ci aggiorniamo più avanti, porto la spaghettiera? hihi 😀

  12. flod scrive:

    io ho letto la mail che diceva del giorno in più x gli europei e non volendo passare una giornata in coma ho pensato fosse meglio 🙂

    Hai fatto benissimo (e l’avrei fatto anche io, il problema è che ho prenotata la prima settimana di maggio) 😉

  13. iacchi scrive:

    Io invece l’avevo letto ma ho preferito fare (e farmi fare) compagnia dallo PT. Comunque per fortuna non abbiamo un brutto orario di volo e con le dormitine nei posti giusti il jet-lag non si dovrebbe far sentire.

    Comunque la spaghettiera non servirà: in alberghi come quello non si mangia male a prescindere e ci sarà sicuramente un ristorante italiano all’interno.

Trackback e pingback

  1. pseudotecnico:blog » Quasi tutto pronto
    [...] di 48 ore alla partenza per il Canada (Milano Malpensa - Amsterdam - Vancouver) e la sezione high-tech della…

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.