Firefox

Partiamo dalla parte più semplice, l’anno (quasi) finito:

  • Sono trascorsi 14 mesi da quando ho cambiato vita lavorativa abbandonando completamente il campo dell’assistenza hardware/software. Non è stata una scelta facile ma, ad oggi, non potrei essere più soddisfatto. Per lavoro ho trascorso una settimana a Portland e una a Parigi (e finalmente visto Versailles).
  • Ho fatto le mie prime ferie dopo anni, non ricordo nemmeno l’ultima volta in cui mi sono preso una settimana completamente libera dai clienti.
  • Continuo a odiare i telefoni cellulari. C’è di positivo che ormai suona talmente poco che quasi mi dimentico di odiarlo.
  • Strava dixit: percorsi 675 km di corsa (più altri ~250 km su tapis roulant nei primi sei mesi dell’anno), 1.120 km in mountain bike. Grazie anche a questo sono riuscito a mantenere il peso dell’anno scorso (segnava un +4 Kg ad agosto).
    Non vivo con l’ossessione della bilancia, ma sono consapevole che ritrovarsi con +20 Kg è un battito di ciglia per il sottoscritto (record personale stimato intorno ai 115 Kg).

E veniamo a una parte nuova con i propositi per il 2015, poche cose, semplici e facili da verificare tra 12 mesi:

  • Leggere almeno un paio di libri tecnici (argomento a piacere tra JavaScript, node.js, PHP, CSS, Python, Django) e soprattutto cercare di usare quanto imparato in qualche progetto.
  • Scrivere di più su questo blog (almeno 4/5 articoli al mese) e su quello in inglese (almeno uno al mese).
  • Fotografare di più e iniziare a usare Lightroom.
  • Decidermi a sistemare il mio primo tatuaggio (ormai maggiorenne).
  • Visitare Londra (e magari trovarci qualche espatriato).
  • Visitare San Francisco (hard but not impossible).
  • Correre almeno 100 km al mese, fare un giro in mountain bike “fuori zona” (senza partire da casa).
  • Perdere un po’ di peso, o quantomeno non accumularne.

 


A proposito di corsa

20 ottobre 2014

The Runner

Foto con licenza Creative Commons – Flickr

Se qualcuno mi avesse detto, anche solo sei mesi fa, che mi sarebbe venuto il pallino della corsa, gli avrei probabilmente riso in faccia. Mountain bike assolutamente sì, camminare ancora ancora, correre no. Nein. Absolutely not.

Lo scorso giugno ho deciso di iniziare a correre all’aperto, dopo aver provato un po’ sul tapiro urlante (un po’ la colpa è anche sua).

10 giugno: 40:35 per 5,03 Km, passo 8:04/min, media 159 battiti

Per due giorni ho camminato come un tizio uscito da The Walking Dead, poi l’andatura è migliorata, lentamente.

Sabato scorso, circa 340 Km dopo la prima uscita, sono finalmente riuscito a raggiungere uno degli obiettivi che mi ero preposto: superare il test del moribondo.

18 ottobre: 1:17:18 per 12,88 Km, passo 6:00/min, media 165 battiti

Ed è un risultato non da poco, specialmente considerando che nemmeno un mese prima mi ero stupito di riuscire a correre sotto i 6:30 per una decina di chilometri. Col senno di poi, mi ritengo fortunato di non essermi rotto niente nel frattempo, considerato da dove partivo (non il divano, ma quasi).

Raggiunto l’obiettivo, ho deciso di fare un passo indietro e rallentare per migliorare. È una bella botta all’autostima: ti tocca camminare in salita, quasi quasi ti sorpassano gli anziani dotati di cagnolino, ti tocca tirare il freno perché la tua testa sa che puoi andare molto più veloce di così. Per cui ripartiamo da qua:

20 ottobre: 58:03 per 8,82 Km, passo 6:35/min, media 154 battiti

E vediamo dove si arriva.


Il mio 2013 in numeri

3 gennaio 2014

Ho cambiato lavoro, trascorso 3 settimane all’estero per work week (Berlino, Parigi, Salt Lake City), soggiornato a Parigi e Bruxelles per conferenze, visto il Louvre e assistito alla mia prima partita di NBA, contribuito al lancio di un nuovo sistema operativo mobile in Italia.

Ho aperto un account su Github, segnalato 278 bug su bugzilla.mozilla.org, ne ho risolti 237. Circa 400 commit su SVN, 900 commit su Mercurial, troppo complicato capirlo su Github 🙂

In un attacco di orsite ho rimosso gli account tumblr, last.fm, friendfeed e anobii. Rimangono solo Facebook e Twitter. Cambiato feed reader, attualmente 132 fonti in abbonamento.

Percorso 664 km in mountain bike, “corso” 512 km (diciamo camminato, è più onesto). E nonostante tutto sono riuscito a prendere 3 Kg 🙁

Riassumendo, non mi lamenterei se il 2014 fosse come il 2013 (evitando il cambio di lavoro) 🙂


Un tempo qui erano tutti campi

25 settembre 2013

E non si scriveva un post ogni due mesi. Purtroppo è un periodo un po’ così, spero che la media migliori nei prossimi mesi.

Novità? Ieri ho detto addio al cagnone che mi ha tenuto compagnia negli ultimi 13 anni e mezzo. Non è stato un bel momento, ed è ancora complicato girare per casa e adeguare la routine quotidiana alla sua assenza. Le tabelle in base alla taglia mi dicono che aveva oltrepassato il secolo di età in termini umani, direi che li ha vissuti (e ce li ha fatti vivere) alla grande, per cui nessun rimpianto.

Importanti cambiamenti sul fronte lavorativo: a partire da novembre lavorerò full-time per Mozilla, abbandonando il mio cliente storico (ironia della sorte, 13 anni e mezzo anche qui) e gran parte dei clienti minori. Gli ultimi 5 mesi sono stati un totale delirio tra quantità di ore lavorate, coordinamento con fusi orari -5/9 ore e trasferte (Parigi, Berlino, ancora Parigi, Summit a Bruxelles la settimana prossima).

Alla fine ho capito che adoro fare questo lavoro, ogni giorno impari qualcosa di nuovo e lavori con belle persone. Spero di aver fatto la scelta giusta 🙂

Paris


Some updates

25 maggio 2013

Keon - Cool package

Riassunto delle ultime due settimane:

  • Per vari motivi ho dovuto mettere mano a mozilla.org e l20n.org. Confesso candidamente che era da tempo che non mi sentivo così ignorante. Il primo è basato su Playdoh (python, django, node.js, less, ecc. ecc.), il secondo su Jekyll (Ruby). Mi sono sentito un po’ come quel soldato giapponese, l’unica differenza è che nella grotta io stavo facendo siti con layout a tabelle per Netscape 4.
  • Per non essere risucchiato dal vuoto cosmico della mia ignoranza, ho deciso di colmare almeno una lacuna storica. Libro attualmente in lettura: Jeffrey E.F. Friedl, «Mastering Regular Expressions».
  • È arrivato un altro telefono, di questo passo potrò aprire un call center nel giro di qualche mese (qualche dettaglio in più sull’originale packaging in questo simpatico video) 🙂
  • Nel precedente post parlavo di Firefox OS Simulator. Se volete fargli fare un giro in italiano, potete provare le versioni l10n autoprodotte su r2d2b2g.flod.org
  • Dopo anni di Linux in VM, ho deciso di provarlo su un portatile “fisico”. Onestamente non mi aspettavo un disastro simile all’alba del 2013. Sono tentato di rimetterci sopra il vecchio disco e virtualizzare per non perderci ulteriore tempo.
  • Ormai scrivo più in inglese che in italiano, e non so se questo sia un bene.

Keon Wallpaper

Come se non bastasse la quantità di cose in ballo, stamattina mi sono collegato al server che ospita questo sito e ho trovato il load sopra 30 (normalmente ha valori del tipo 0.0x): top non mostrava processi con utilizzo di CPU significativo, solo uno spropositato consumo in user space. Nel dubbio, dopo aver provato a riavviare la qualunque, ho riavviato il server, stessa solfa. Un simpatico netstat -an | grep :80 ha mostrato qualcosa come 1200 richieste da un singolo IP, drop dei pacchetti con iptables e il carico è tornato a vegetare. Mi mancava giusto il DOSsatore del sabato.
09:40:28 up 1:06, 1 user, load average: 0.07, 0.18, 3.04


La burocrazia nel 2013

19 aprile 2013

Luglio 2012
Cambio residenza, faccio la pratica in Comune e viene contestualmente avviata la procedura per la Motorizzazione Civile (richiesta dei tagliandi da applicare ai libretti di circolazione e alla patente).

Il foglio rilasciato, da esibire ad ogni controllo, contiene una simpatica nota

Il Comune non procede subito all’iscrizione della nuova residenza ma lo fa solo al termine degli accertamenti previsti per legge, che impegnano gli uffici comunali per circa 180 giorni.

180 giorni?? Vabbuò, aspettiamo. Se il tagliando non arriva nei 180 giorni bisogna chiamare il numero verde 800232323

Febbraio 2013
I 180 giorni sono passati, non c’è traccia dei tagliandi e soprattutto sul Portale dell’automobilista non risulta alcuna variazione di residenza. Chiama il numero verde e confermano che non risulta alcuna richiesta a mio nome. Chiama il Comune e fagli presente la situazione, provano nuovamente a inviare la pratica.

Aprile 2013
Sempre nessun segno di vita. Chiama il Comune, consigliano di andare direttamente all’ufficio della Motorizzazione Civile per “risolvere la situazione”. Allo sportello mi guardano come un marziano e mi rispediscono al Comune. Ma io dico… non siete la stessa Motorizzazione Civile che riceve le richieste dal Comune? Perché non potete aprire una pratica? Aggiungo che avevo pure mandato una email all’ufficio tramite il modulo contatti del sito, mai ricevuto alcuna risposta.

Riprovo con il numero verde con scarsa fiducia: da 3 settimane sto cercando di parlare con un operatore ma la risposta è sempre uguale, “Gli operatori sono tutti impegnati. Richiama”. Con una botta di fortuna mentre sono in auto riesco a trovare un’operatrice, mi fornisce delle semplici indicazioni (scrivi questo sul fax, mettici la fotocopia della ricevuta e del documento, cerca di far stare tutto in una pagina*), 48 ore e adesso la richiesta risulta “Procedimento concluso – Tagliando di aggiornamento in fase di stampa”.

Possibile che nel 2013 siamo ancora a ‘sto punto?

* Per la serie: se il fax è di 2 pagine non è dato sapere dove finisca una e dove sparisca l’altra…