Considerazioni post keynote

15 ottobre 2008

Considerazioni in ordine sparso sul keynote Apple di ieri sera, cercando di non frantumar le gonadi con l’elenco delle novità e specifiche tecniche (potete trovarle su altri n-mila blog questa mattina).

Core business

Il fatto che in un solo keynote – e in un’atmosfera piuttosto spartana – sia stata rinnovata praticamente tutta la gamma di notebook e display fa pensare. Nello stesso evento hanno aggiornato completamente tre linee di notebook (air, macbook, macbook pro) e aggiunto un display LED (i tre display ADC risultano ancora in vendita su AppleStore), non ricordo un keynote con così tante novità.

Rumors

Il sig. Jobs non è più bravo come una volta a segar le gambe ai “rumoristi”: gli ultimi due keynote hanno presentato delle non novità (nel senso che erano nuove una settimana prima). Infiltrati più affidabili oppure volontà precisa di Apple?

Sub Notebook

Manca un netbook: personalmente ritengo che Apple non sia interessata a un mercato dove i guadagni si fanno sulla quantità (il margine su un netbook non è certamente paragonabile a quello di un MBPro da 2000€).

Manca un notebook con display inferiore ai 13″: peccato, conosco molti utenti Mac che si fionderebbero su un modello del genere.

Varie ed eventuali

Non condivido la scelta di avere solo display glossy sui notebook professionali, il tempo (e le recensioni) ci diranno se i professionisti della grafica (e del colore) apprezzeranno.

Tag Technorati: , ,

9 commenti/trackback a “Considerazioni post keynote”

  1. Antonio scrive:

    Ciao Francesco,
    Ho visto finalmente il keynote su youtube, e come avevo precedentemente accennato (la fame hardware di questo periodo) la configurazione macBook (pro o non) + LED Cinema Display per Cristina (la nostra Art Director) non sarebbe per niente male.
    C’è da dire che io programmo da un CRT su win e ormai i miei occhi ad un certo orario mi giocano brutti scherzi… Quindi avrei pensato di acquistare un ulteriore LED Cinema per me… ma ho notato che non ha ingressi VGA o simili… Apple ha mostrato un adattatore, ma funziona alla rovescia, cioè permette di collegare un macBook ad un dispositivo dotato di VGA e non hanno annunciato nulla per PC->mini Display Port->LED Cinema display. Avendo anche intenzione di comprare un netbook (la tua offerta è allettante, ma ho visto il gigabyte m912, netbook con touchscreen da 500$) non mi dispiacerebbe poterlo collegare al cinema display. Spero in un adattatore futuro.
    PS: tutti hanno sottovalutato la figata di collegare il macbook al LedCinema e quindi avere un unico dispositivo (con conseguente univocità di dati, cosa che riesco ad apprezzare da quando uso IMAP di gmail (grazie a te)) e le periferiche collegate al monitor… A conti fatti con 2000€ hai un MacBook normale e il nuovo monitor 24” ed in fondo è come avere un fisso ed un portatile.
    Mi sono dilungato…

  2. Emanuele scrive:

    La vera assenza rimane comunque la porta fireware (rimossa) sui nuovi Macbook. Assurdo dover passare al PRO per avere una porta promossa dalla Apple stessa anni fa e divenuta standard per chi fa editing video e audio a livello professionale.
    Ciao,
    Emanuele

  3. flod scrive:

    @Antonio
    Sicuro di non voler dare un’occhiata ad altri monitor? Io mi trovo benone con i Dell, anche se non hanno illuminazione LED, senza contare che non acquisterei mai un monitor da 24″ con un anno di garanzia…

    @Emanuele
    La FW400 non c’è nemmeno sul pro 😡

  4. Antonio scrive:

    Da quando abbiamo la ditta sono abituato a perdere un anno di garanzia per gli oggetti tecnologici…
    Pensa sempre che un dell potrebbe essere ottimo per me, ma per chi fa grafica ci vorrebbe qualcosina di superiore… ok spesso la apple ti fa pagare il marchio più che la tecnologia, comunque ho avuto modo di provare iMac per un certo periodo e ha un contrasto, luminosità e una palette colori davvero niente male…
    La dell dovrebbe passare al led, io ho trovato la differenza notevole su alcuni lcd, la luce è distribuita in modo più uniforme nello schermo…

  5. maga scrive:

    Concordo con Emanuele sull’assenza della firewire sui MacBook però è anche vero che chi fa editing video e audio a livello professionale passa direttamente al MacBook Pro, mi dispiace per tutti gli utenti amatoriali con le lore videocamere (compreso me).
    Poi mi sembra di aver letto che la firewire 800 è retrocompatibile con un adattatore ma non l’ho ancora trovato.

  6. Alberto Strazzabosco scrive:

    “Manca un notebook con display inferiore ai 13″: peccato, conosco molti utenti Mac che si fionderebbero su un modello del genere.”

    Concordo al 1000%, da nostalgico del Mac Book Pro 12″ .

    Volevo indicare un’altra “stranezza”, i nuovi modelli hanno la medesima potenza di calcolo di quelli precedenti. Questo almeno per quanto concerne il mero processore.

    Una rivoluzione d’estetica e degli accessori che, vengono valutati come la parte preponderante prodotto.

    Tutti concordi ?

  7. flod scrive:

    Volevo indicare un’altra “stranezza”, i nuovi modelli hanno la medesima potenza di calcolo di quelli precedenti. Questo almeno per quanto concerne il mero processore.

    Apple, volente o nolente, deve adattarsi ai tempi di rilascio di Intel 😉

  8. Antonio scrive:

    Preso giovedì il Macbook Pro in alluminio.
    Che dire… è eccezionale, solido, robusto e lo schermo è una gioia per gli occhi. Ora aspetto un bel pò per prendermi un macbook anche se lo schermo ha una qualità leggermente inferiore rispetto alla versione pro.

Trackback e pingback

  1. pseudotecnico:blog » key(minor)note
    [...] opzione matte per i MacBook Pro 17″, della serie “te l’avevo detto“; [...]

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.