Google Reader is a dead man walking: dal 1° luglio 2013 niente più Google Reader. A questo punto il dilemma: come gestire circa 200 sorgenti RSS?

Requisiti del potenziale sostituto:

  • devo poterla usare via web da qualunque computer senza bisogno di installare nulla (niente Feedly quindi, a quanto pare  una delle alternative più popolari);
  • la possibilità di consultarla via app Android costituisce un punto a favore.

Al momento sto provando Tiny Tiny RSS, su consiglio del buon Iacopo. Le opzioni presenti sono abbastanza esaustive, bisognerà mettere mano un po’ al CSS e la traduzione italiana è parziale e imbarazzante, però è un punto di partenza.

Tiny Tiny RSS

L’installazione è banale, meno banale è riuscire a configurare l’aggiornamento dei feed. Il grosso vantaggio è che, con questo tipo di web application, ritorno padrone dei miei feed e non sono più schiavo dell’ennesimo sistema chiuso 😉


Google Reader e la ricerca

6 settembre 2007

Tempo fa avevo scritto del mio passaggio a Google Reader per la gestione dei feed e, a distanza di qualche mese, posso ritenermi ampiamente soddisfatto della scelta 😉

A suo tempo avevo indicato due limiti evidenti di Google Reader:

  1. Impossibile cercare tra i feed
  2. Impossibile impostare l’intervallo di aggiornamento

Oggi, proprio leggendo i feed, ho scoperto che il primo problema è stato finalmente risolto. Ovviamente il box di ricerca era già lì, bello come il sole e pronto da usare 😛

googlesearch.png

Tag Technorati: ,

Google Reader

2 luglio 2007

googlereader.png

Nei giorni scorsi ho deciso di abbandonare Vienna per un lettore di feed online; per il momento la scelta è caduta su Google Reader.

Il motivo della scelta feed reader online+Google Reader è abbastanza semplice:

  • spesso mi capita di usare il pc Windows dell’ufficio: trattandosi di un pc condiviso non avrebbe senso installarci un feed reader con le mie fonti, senza contare i problemi di sincronizzazione con il software di casa.
  • Firefox è sempre aperto con il login effettuato sulla mia casella GMail (la utilizzo come casella catch-all, per cui tutte le mail arrivano in copia su questa casella) e Google Reader mi permette di avere un lettore di feed senza bisogno di fare ulteriori login

La prima considerazione è che il tempo di lettura dei feed si è ridotto drasticamente: tutti i nuovi elementi vengono visualizzati in un’unica pagina, scorrendola verso il basso gli articoli vengono marcati automaticamente come letti, non ci sono tempi di latenza nel passaggio da un post all’altro (cosa che invece succede con Vienna o con un lettore di feed stand-alone).

Con Google Reader riesco a leggere i miei 224 feed in tempi rapidissimi; se incontro un articolo interessante ma lungo posso semplicemente marcarlo come starred e riprenderlo con calma in un secondo tempo.

Quali sono i difetti emersi in questi pochi giorni di utilizzo?

1) Non è possibile fare una ricerca. Lo so, sembra una barzelletta che un’applicazione Google non consenta la ricerca, ma così è. Se non vi fidate, leggete questa nota nel gruppo di discussione.

2) Tempi di aggiornamento: non è possibile impostare, o quantomeno il sottoscritto non ha trovato la relativa opzione, l’intervallo di aggiornamento (ogni quanti minuti/ore aggiornare i contenuti).
Anche il pulsante Refresh mi lascia qualche serio dubbio: faccio clic e dopo un secondo vedo eventuali nuovi elementi, fisicamente non è possibile controllare oltre 200 feed in quell’intervallo di tempo, senza contare che spesso l’aggiornamento non rileva nuovi elementi che posso visualizzare controllando nel browser la pagina del feed in questione.

Da un certo punto di vista questo difetto è la soluzione al mio premere in modo compulsivo il pulsante Aggiorna di Vienna quando non ho di meglio da fare 😛

Tag Technorati: , ,

Qualche statistica sul blog

22 ottobre 2006

Ecco i risultati della prima settimana con feedburner:

  • i lettori di questo blog sono decisamente più numerosi del previsto
  • non mi aspettavo assolutamente una simile diffusione dei segnalibri Live di Firefox

feedburner.png

Passando invece a Google Analytics.

Browser

  • Internet Explorer: 53,08%
  • Firefox: 40,26%
  • Safari: 2,17%
  • Opera: 1,80%

Amenità varie
Meno del 10% degli utenti utilizza una risoluzione 800×600, mentre ci sono utenti che girano ancora con la versione 6 del Flash Player 😛