Google Reader

2 luglio 2007

googlereader.png

Nei giorni scorsi ho deciso di abbandonare Vienna per un lettore di feed online; per il momento la scelta è caduta su Google Reader.

Il motivo della scelta feed reader online+Google Reader è abbastanza semplice:

  • spesso mi capita di usare il pc Windows dell’ufficio: trattandosi di un pc condiviso non avrebbe senso installarci un feed reader con le mie fonti, senza contare i problemi di sincronizzazione con il software di casa.
  • Firefox è sempre aperto con il login effettuato sulla mia casella GMail (la utilizzo come casella catch-all, per cui tutte le mail arrivano in copia su questa casella) e Google Reader mi permette di avere un lettore di feed senza bisogno di fare ulteriori login

La prima considerazione è che il tempo di lettura dei feed si è ridotto drasticamente: tutti i nuovi elementi vengono visualizzati in un’unica pagina, scorrendola verso il basso gli articoli vengono marcati automaticamente come letti, non ci sono tempi di latenza nel passaggio da un post all’altro (cosa che invece succede con Vienna o con un lettore di feed stand-alone).

Con Google Reader riesco a leggere i miei 224 feed in tempi rapidissimi; se incontro un articolo interessante ma lungo posso semplicemente marcarlo come starred e riprenderlo con calma in un secondo tempo.

Quali sono i difetti emersi in questi pochi giorni di utilizzo?

1) Non è possibile fare una ricerca. Lo so, sembra una barzelletta che un’applicazione Google non consenta la ricerca, ma così è. Se non vi fidate, leggete questa nota nel gruppo di discussione.

2) Tempi di aggiornamento: non è possibile impostare, o quantomeno il sottoscritto non ha trovato la relativa opzione, l’intervallo di aggiornamento (ogni quanti minuti/ore aggiornare i contenuti).
Anche il pulsante Refresh mi lascia qualche serio dubbio: faccio clic e dopo un secondo vedo eventuali nuovi elementi, fisicamente non è possibile controllare oltre 200 feed in quell’intervallo di tempo, senza contare che spesso l’aggiornamento non rileva nuovi elementi che posso visualizzare controllando nel browser la pagina del feed in questione.

Da un certo punto di vista questo difetto è la soluzione al mio premere in modo compulsivo il pulsante Aggiorna di Vienna quando non ho di meglio da fare 😛

Tag Technorati: , ,

22 commenti/trackback a “Google Reader”

  1. Lot scrive:

    Con questo script di greasemonkey fai ancora prima, lo uso da tempo ed è molto comodo.

    http://userscripts.org/scripts/show/5972

  2. flod scrive:

    Grazie per la segnalazione 😉

  3. timendum scrive:

    Sul tempo di aggiornamento non puoi farci niente, fa da solo, ma ti assicuro che è quasi istantaneo, quando stai sfogliando e si aggiorna un feed ti apparirà sulla lista a sinistra il relativo elemento aggiornato, per un attimo in giallo

  4. Marco scrive:

    da quando mi hai detto su twitter di provarlo ci ho spostato tutti i feed e ora sto usando quello (questo tuo post l’ho letto con Google Reader) 😛

    effettivamente la ricerca manca, spero la metteranno…

    p.s. puoi sempre premere compulsivamente su refresh in GR. 😀

  5. iacchi scrive:

    Il tempo di ricarica è il motivo principale per cui ho abbandonato Google Reader. Da quanto mi è parso di vedere, facendo un po’ di prove, le scansioni dei feed vengono fatte ogni mezz’ora.
    Per quanto riguarda la velocità del refresh, secondo me Google fa così: controlla i feed di tutti i siti che i suoi vari utenti controllano ogni mezz’ora e li memorizza sul suo server (sennò non si spiega come mai puoi risalire fino a quasi il primo post di ogni blog, almeno per i più nuovi); quando te clicchi su refresh lui va a controllare sul suo server se ci sono aggiornamenti, e non nei feed dei vari siti.

  6. flod scrive:

    @iacchi: anche io pensavo ad una situazione del genere 😉

    In ogni caso 30 minuti non sono un tempo di aggiornamento eccessivamente lungo 😉

  7. gialloporpora scrive:

    Io non ho provato perchè uso Bloglines, comunque mi ricordavo di aver letto un workaround per implementare la ricerca:

    Add serch to Google Reader

  8. flod scrive:

    Grazie anche per questo link 😉

    Per il momento riesco a sopravvivere senza ricerca, poi vedrò.

    Il fatto di installare script vari e GreaseMonkey non mi ispira molto: in fin dei conti voglio poter accedere ai miei feed nello stesso modo da qualsiasi pc 😉

  9. Ivy scrive:

    Una funzione che io apprezzo molto è quella di condivisione, che ti crea automaticamente una pagina dove visualizzare (e far visualizzare a chiunque) i post che reputi utile condividere…

  10. flod scrive:

    Altra cosa molto utile: i feed “inattivi” nella sezione Trends.

    Ne ho già scoperti un paio che sono spariti e non me ne ero mai accorto 😯

  11. Michele scrive:

    Ottimo post (anche) questo!
    Due considerazioni:
    1) Per cosa usate la funzione di starring e/o di sharing?
    2) Anche io ho un difetto/feature-request di Google Reader da esporre: rimuovere i post duplicati! Se può interessare, ho descritto il tutto qui:
    http://mb.netsons.org/2007/04/google-reader-una-modifica-che-vorrei/

  12. flod scrive:

    1) Per il momento la condivisione non l’ho usata e sinceramente non credo di usarla, praticamente si sovrappone a quello che già faccio con tumblr o twitter.

    Starring tipicamente per post lunghi che non riesco a leggere subito, post che voglio commentare oppure ho commentato, post zeppi di link da visitare con calma (capita spesso con blog.html.it)

    2) La vedo abbastanza difficile come modifica: praticamente sarebbe un intervento “attivo” sui miei contenuti e non mi piacerebbe un granché.

    Faccio un esempio: A scrive un post, nei feed di B trovo un link al post di A, chi l’ha detto che non mi interessa il fatto che B legga e proponga il post di A? 😉

  13. Michele scrive:

    Facciamo un altro esempio.
    Supponiamo un sito con molte categorie e un feed rss distinto per ogni categoria. Supponiamo che io sottoscriva il feed rss di 2+ categorie per selezionare solo le notizie che mi interessano.
    Quando l’autore pubblicherà un post che comprende due (o più) delle categorie da me sottoscritte, Google Reader mi mostrerà due (o più) volte il post.
    Non trovi che sia scomodo?

  14. flod scrive:

    Ok, allora ti riferisci proprio a due post identici con lo stesso indirizzo (quello che succedeva a me con Punto Informatico): nel mio caso ho risolto segando il feed 😛

    Con questo chiarimento direi che la proposta è decisamente più interessante 😉

  15. Michele scrive:

    @Flod “2) La vedo abbastanza difficile come modifica: praticamente sarebbe un intervento “attivo” sui miei contenuti e non mi piacerebbe un granché.”

    Ho capito quello che intendi; io ci metterei un’opzione in cui l’utente specifica (o meno) la consapevolezza dell’eliminazione automatica dei duplicati.

  16. Michele scrive:

    Un modo un po’ macchinoso per rimuovere i duplicati sarebbe quello di usare le pipes (simili a quelle di UNIX) di Yahoo Pipes.
    Questo metodo è però macchinoso e IMHO non riuscirebbe a garantire la stessa efficacia di un aggregatore che rimuove automaticamente i post duplicati…

  17. Fabrizio scrive:

    Uso Google Reader per gli stessi motivi e trovo purtroppo gli stessi difetti. Sopratutto per la ricerca.
    Allora mi sono abituato a segnarli “Starred” per poi rileggerli oppure di aggiungere un tag particolare.

  18. Emanuele scrive:

    Uso Google Reader da quando fecero il primo “restyling”. Non hai idea delle ore che ho passato cercando la funzione cerca. Non credevo possibile che in qualcosa creato da Google non ci fosse…

  19. Andrea Opletal scrive:

    io lo uso da un pezzo….. è formidabile!!!!

  20. Barbara scrive:

    Io mi trovo troppo bene con Netvibes devo dire che ho provato Google ma continuo a preferire Net

Trackback e pingback

  1. Aggiungere la funzione di ricerca al GoogleReader | Davide Salerno
    [...] può sembrare strano ma fino a quando qualcuno non me lo ha fatto notare non ci avevo mica fatto…
  2. pseudotecnico:blog » Google Reader e la ricerca
    [...] fa avevo scritto del mio passaggio a Google Reader per la gestione dei feed e, a distanza di qualche…

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.