Oggi ho aperto per caso l’elenco delle applicazioni acquistate su App Store e ho notato il pulsante Aggiorna accanto ad Aperture e Xcode. Strano, non mi ha mai proposto di fare aggiornamenti da quando le ho installate. Clic su Aggiorna e appare questo simpatico errore.

Errore AppStore

Peccato che io possieda un solo account Apple.

Soluzione (quantomeno nel mio caso): riattivare SpotLight (avevo escluso l’intero disco dalla ricerca dopo l’ultima installazione). Nel frattempo avevo anche scritto all’assistenza, sono curioso di vedere come mi consigliano di risolvere il problema.


Raynox DCR-250

23 dicembre 2012

Il Raynox DCR-250 è un piccolo oggetto che, considerato il prezzo (acquistato su eBay a meno di 70 € questa estate), può essere interessante per esplorare il mondo delle macro senza investire grandi cifre (gli obiettivi macro costano…).

Il kit è molto semplice: è composto da un adattatore universale che, tramite una chiusura a molla, può essere posizionato su un obiettivo di qualunque diametro e dalla lente macro da avvitare sull’adattatore.

Raynox DCR-250

Consideriamo ad esempio il Canon 50mm ƒ1.4: la distanza minima di messa a fuoco è 45 cm. Nella foto seguente il fuoco è sul pulsante di accensione.

Asus ZenBook from 50mm

Con il Raynox è possibile ottenere questo tipo di risultato (o questo)

ZenBook Macro

Non appena migliora la stagione (o il meteo) sono curioso di provarlo su un tele (ad esempio il 70-200mm).


ZenBook Macro

Canon EOS 40D, Canon 50mm ƒ1.4 + Raynox DCR-250, treppiede


Deducibilità auto 2013

21 dicembre 2012

Dal 1° gennaio 2013 (tra 10 giorni, non tra un secolo) la deducibilità delle spese relative agli automezzi non strumentali per le aziende non sarà più del 40%. La legge Fornero l’aveva portata al 27,5% qualche mese fa, la legge di stabilità (art. 12 comma 22) l’ha ridotta ulteriormente al 20%. Là fuori ci sono paesi civili che considerano queste spese deducibili al 100%, ma facciamo finta di nulla.

Primo dubbio: è confermata questa modifica oppure manca ancora qualche giro in parlamento?

Secondo dubbio: e l’IVA? Rimane detraibile al 40% oppure passa al 20%? Su questo punto non sono ancora riuscito a trovare uno straccio di risposta.

Faccio un esempio per i meno pratici: se nel 2012 ho avuto costi per 5.000 € (carburante, manutenzione, quote di ammortamento per l’acquisto, ecc. ecc.), potevo dedurre costi per 2.000 €. Dal 2013 i costi deducibili saranno la metà, quindi mi troverò a pagare tasse su 1.000 € in più (per chi non avesse ancora capito che per aumentare le tasse non serve toccare aliquote e scaglioni).

Secondo voi un’azienda che stimoli avrà ad acquistare un’auto nuova? Zero. Questo probabilmente contribuirà a dare il colpo di grazia al mercato delle automobili in Italia.

Senza contare che la deducibilità dei costi viene costantemente ritoccata al ribasso ma non si va a toccare il limite massimo di deducibilità per l’acquisto. Altro esempio pratico per chi ha mai avuto la fortuna di tenersi la contabilità:

  • acquisto un’automobile del valore di 20.000 € + IVA (24.200 € iva compresa). Non stiamo parlando di SUV o macchine di lusso, ma di una caspita di monovolume diesel;
  • il valore massimo che posso scaricare è di 18.076 €. Da dove arriva questo strano valore? Semplice: sono 35 milioni di Lire convertiti in €. Personalmente non sono nemmeno riuscito a capire quando è stato introdotto quel limite, di sicuro al tempo ci compravi un Mercedes top di gamma con quei soldi;
  • il coefficiente di ammortamento (il massimo che posso scaricare ogni anno) per le automobili è del 25%.

In termini pratici:

  • dei 20.000 € effettivamente spesi posso scaricare il 20% di 18.076 €, cioè 3.615,20 €
  • questa strabiliante cifra la devo spalmare su 5 anni: il primo anno scarico il 12,5 % (451,90 €), gli anni successivi il 25% (903,80 €)

Siete ancora convinti che convenga fare impresa in Italia?

P.S. non sono un ragioniere né un commercialista, se ho scritto vaccate avvisate 😉


WordPress multilingua

17 dicembre 2012

Tempo fa avevo accennato al discorso blog multilingua con WordPress. Fino alla versione 3.4 ho sempre utilizzato il plugin qTranslate, scoperto ereditando in gestione una vecchia installazione di WordPress (mannenews.com). Il problema è che lo sviluppatore di questo plugin è praticamente sparito dalla circolazione e ci sono evidenti problemi di funzionamento con WordPress 3.5 (aggirabili mettendo pezze al codice fornite da un utente del forum).

Per il momento ho deciso di provare WPML. È un plugin a pagamento, il costo è ragionevole e ci sono 30 giorni per valutarne il funzionamento, sembra essere ben fatto anche se per il momento sono bloccato con l’importazione dei contenuti da qTranslate (ticket in sospeso con l’assistenza): il plugin di importazione funziona correttamente per “pulire” il codice lasciando una sola lingua, crea invece parecchio caos quando vengono mantenute più lingue. Il numero elevato di utenti del plugin e il fatto che sia a pagamento dovrebbe garantire la continuità e la tempestività dello sviluppo, cosa non da poco quando ti trovi con un sito con 600 articoli e 70 pagine…

P.S. non c’entra nulla, ma dopo 8 anni di attività ho finalmente un logo aziendale decente 🙂


Lavori in corso

3 dicembre 2012

Sto facendo qualche esperimento con BootStrap, responsive design ecc. ecc. Se vedete cose strane o cambiamenti da un giorno con l’altro è tutto normale.

P.S. provate a stringere la finestra del browser 😉