Le cronache di Narnia

2 febbraio 2006

Se, come il sottoscritto, adorate e avete riletto più volte la trilogia de Il signore degli anelli e sperate che Le cronache di Narnia siano vagamente simili, lasciate perdere 🙁
Nei giorni scorsi ho acquistato il “supertomo” di C.S. Lewis (7 libri) e già dalle prime pagine si capisce che si tratta di una lunghissima favola per bambini, nulla a che vedere con l’opera dell’amico J.R.R. Tolkien.

Giudizio alle soglie del quarto libro: deludente.


49 commenti/trackback a “Le cronache di Narnia”

  1. Barbara scrive:

    Ho visto il tomo in libreria… argh spaventevole!

  2. cts scrive:

    … stessa cosa anche per me… lasciato perdere…

  3. manu scrive:

    ragazzi, lasciatevi dire una cosa…..Siete dei pezzenti!
    come potete dire anche solo per un minuto che il libro fa schifo??? siete pazzi! certo che per dei pappamolli come voi che vi spaventate al solo vederlo in libreria……
    Cmq io ho cercato molte volte di leggere o di vedere il signore degli anelli ma ho perso il filo al solo secondo capitolo! quello è un libro palloso!!!
    ha tutte le persone che hanno rinunciato a leggerlo alla sola vista in libreria vorrei dire FIFONI!!!!!!
    Io l’ho letto in 1 mese e 8 giorni…….. e ho solo 12 anni!!!!
    se volete ribattere scrivatemi a questo sito, io lo visito tutti i giorni!
    Bacioni a tutti i fifoni…..MANU

  4. flod scrive:

    Cara/o manu,
    capisco la foga dei 12 anni ma dare gratuitamente dei pezzenti è decisamente fuori luogo 😉

    Il libro l’ho letto e ripeto il giudizio: è fondamentalmente un libro per bambini/ragazzi, ben diverso dal Signore degli Anelli.
    Con il tempo apprezzerai anche quel tipo di libri, nel frattempo non posso che essere felice che a 12 anni tu trovi il tempo e la voglia di leggere libri.
    Tutto questo detto da uno che a 7 anni aveva la tessera della biblioteca 😉

  5. gisy scrive:

    Carissimi amici,concordo con manu!!!!!!!!!!!!!!!siete solo dei cretini ke nn sanno capire se 1 libro è noioso o no!!!!!!!!!!!!!il signore degli anelli è 1 palla,di 1 noia mortale!!!!!!!!!!anke io sn 1 lettrice molto giovane(ho 14 anni)e le cronake di narnia è 1 dei libri + avvincenti ke abbia mai letto!!!!!!!!!!se credete ke le cronake di narnia sia 1 storia x bambini allora Harry Potter?è 1 libro x poppanti?????????(anke se amato da grandi e piccini!!!!!!!!!!!!!)aspetto risposte gisy

  6. manu scrive:

    Caro pseudotecnico,
    Secondo te io avrei veramente 12 anni???
    E scriverei su un forum alle medie??? ne ho 21(gira 12)e frequento la facoltà di lettere straniere! Hai mai provato a leggere Harry Potter, Il Signore degli Anelli o Le cronache di narnia in lingua madre????
    Provali prima di aprire bocca……. col tempo capirai…..
    Cmq sn contenta che alla tua età leggi libri così belli!
    Attendo risposta…. Manu(cmq sn una ragazza!)

  7. flod scrive:

    @manu: E come cavolo faccio a sapere quanti anni hai? Se scrivi 12 io mi fido… se poi ti incasini con la tastiera sono problemi tuoi 😉

    Non ho mai letto Harry Potter (e non ho in programma di farlo), di libri in lingua originale ne ho letti ben pochi, di sicuro non sarei in grado di sopportare il Signore degli anelli…

    Cmq sn contenta che alla tua età leggi libri così belli!

    ? Forse è il caso di spiegarsi meglio, sinceramente non ho capito questa frase.

    @gisy: ripeto per l’ultima volta: dare del cretino alla gente è un pessimo modo di presentarsi. Già che ci sei ricordati che non stai usando un telefonino, hai tutto il tempo di scrivere in italiano 😉

  8. flod scrive:

    E scriverei su un forum alle medie???

    Piccolo appunto: questo è un blog, non un forum.
    Ti assicuro che sui forum scrivono ragazzini di 12 anni, io a 12 anni divoravo libri di Asimov, questo ha 16 anni ma gira in Internet da parecchio tempo 😉 Tutto questo per farti capire che 12 anni sono un’età plausibile.

  9. weienell scrive:

    nn ho letto i libri delle cronache di narnia ma il film mi è piaciuto molto e quindi ho in programma di leggerlo.
    baci weienell

  10. andrea scrive:

    salve a tutti finalmente ho comprato i libbri delle cronache di narnia e non daccordo con manu i libbri sono bellissimi anke io come manu ho letti il libbro in poco tempo xke mi è piaciuto molto infatti solo il primo vulume l’ho letto in 5 giorni e gli altri in 2 settimnane circa ma non x sbrigarmi ma xke appunto mi è èpiaciuto molto. quindi vi conviene leggerlo non è deludente come credete voi e poi ” libbro non si giudica dalla copertina” o in questo caso dalla grandezza fatevelo dire siete dei pezzenti!!!!attendo risposta da voi. andrea

  11. flod scrive:

    L’italiano, questo sconosciuto 😕

  12. andrea scrive:

    magari una risposta più sensata?? cosa ne dite?

  13. fede scrive:

    salve ragazzi ho letto il 1° capitolo delle cronache di narnia ed ora sto cominciando a leggere il cavallo e il ragazzo. il “supertomo” come lo chiami tu non è affatto deludente come dite o almeno x quello che ho letto non lo è affatto. poi se pensate che sia una storia x bambini siete sepre liberidi farlo ma fatevi dire 1 cosa vi state xdendo 1 libbro fantastico leggetolo prima di commentarlo
    ps:vendono anke il libbro piccolo e non solo quello da 7!!!!
    aspetto 1 rispota by fede

  14. flod scrive:

    Ti chiami “fede” o “andrea”? Crisi di identità? Stessa e-mail, IP simili, stesso modo di scrivere, uno ha letto i 7 libri l’altro ha appena iniziato 😕

    P.S. si scrive libro, una sola “b”

  15. fede scrive:

    MI KIAMO FEDE NON SN LA STESSA PERSONA !!!

  16. manu scrive:

    Scusate x il ritardo….ero in vacanza! Cmq, tornando a noi, carissimo pseudotecnico….ma tu quanti anni avresti x giudicare libri che non hai neanche finito di leggere??
    scusa x aver detto forum anzichè blog….
    E poi sono d’accordo con te x il fatto che l’italiano, come la matematica, non è un opinione. Ma a quanto pare certa gente crede sia così….non è vero fede e andrea???
    aspetto risposte….bacioni….
    la vostra manu!

  17. flod scrive:

    Gli anni sono 29 e, probabilmente, tra i vari commenti ti è sfuggito il fatto che i 7 libri li ho letti completamente (anche se il post è stato scritto alla fine del quarto libro) e mantengo invariato il giudizio iniziale: si tratta di un’enorme favola e il finale del settimo libro rafforza la mia opinione.

  18. manu scrive:

    Allora…in nessun commento hai mai detto che avevi finito i libri! Quindi, secondo te, come faccio a sapere che alla fine tu li hai letti tutti???
    Se pensi che sono un indovina ti sbagli di grosso…!
    Comunque, sto navigando in internet alla ricerca di qualcosa sulle cronache: e sai qual’è il risultato???
    In un “blog” meridionale, io sono siciliana, sulla letteratura straniera del novecento, appena ho lasciato il mio commento sono arrivati un sacco di commenti che approvavano la mia opinione!
    Scusa se non sono indiscreta, ma tu di dove sei??
    Se sei del nord…ecco spiegato tutto!
    Se, invece, sei del sud…vieni sicuramente dal mondo di narnia!
    Bacioni a tutti….Manu
    ps.attendo risposta!

  19. flod scrive:

    In risposta ad un tuo commento ho scritto:

    Il libro l’ho letto e ripeto il giudizio

    “Libro” inteso come l’intera raccolta di libri: l’ho dato per scontato visto che dei sette ne avevo già letti quattro nel momento in cui ho scritto il post e tu stessa parli di “libro”.

    In un “blog” meridionale, io sono siciliana, sulla letteratura straniera del novecento, appena ho lasciato il mio commento sono arrivati un sacco di commenti che approvavano la mia opinione!

    Questo ti sembra un sito di letteratura straniera del novecento? Ecco, direi che ti sei già data una risposta da sola.

    Non voglio nemmeno prendere in considerazione la storia del meridionale perché, come ebbe a dire il buon Silvestri:

    Più giù di così
    Non si poteva andare
    Più in basso di così
    C’è solo da scavare

  20. Nietzsche scrive:

    sono arrivato per caso in questo blog cercando di risolvere un problema di collegamento del mio cellulare al pc tramite bluethoot
    e mi sono inbattuto in questi post su narnia…
    la mia idea è che fondamentalmente narnia sia un libro fantasy banalotto e quasi infantile (il fatto che sia un libro lungo non significa che sia un libro per adulti) ma io non sono un critico letterario perciò la mia parola non è vangelo.
    ora apparte questo vi rendete conto che questo blog tratta di pc?
    cosa ve ne frega di entrare in un blog di qualcuno che non conoscete e insultarlo gratuitamente per le sue idee?

    grazie per l’attenzione

    Eugenio

  21. flod scrive:

    Sante parole 😀

  22. manu scrive:

    Bene, visto che la pensate così…nel senso che questo scambio di opinioni tra di noi vi sembra stupido….Chiudo le trasmissioni molto volentieri!
    Vi ringrazio per l’attenzione e l’opportunità datami…
    un grosso bacio a tutti…Manu

    ps.carissimo pseudotecnico, mi stavo proprio divertendo qui, ma forse tu e quell’eugenio non avete capito cos’è uno scambio di opinioni intelligente! Se volete rispondetemi!
    Ciao a tutti!

  23. iacchi scrive:

    Non vorrei intromettermi più di tanto, ma lasciami dire: hai veramente un concetto strano di discussione intelligente.
    Tanto per riassumere, a parte i post dello PT, ci sono qui 12 commenti inerenti la discussione. Vediamo:

    manu: ragazzi, lasciatevi dire una cosa…..Siete dei pezzenti!
    gisy: siete solo dei cretini
    andrea: fatevelo dire siete dei pezzenti!!!!

    alla faccia della discussione intelligente! Un buon 25% dei post contiene offese, sempre un buon 25% non è neanche scritto in italiano… Andiamo bene!

  24. dalco scrive:

    Mi ero perso questa chicca del sito dello pseudotecnico! Che sorpresa!

  25. manu scrive:

    sentite…io mi sono permessa una volta sola di scherzare con voi…adesso non dovete dare la colpa a me se gli altri hanno pensato che facessi sul srio a mi hanno intenzionalmente copiato quindi non prendetevela con la sottoscritta!!!
    ciao
    manu

  26. flod scrive:

    Non obbligatemi a chiudere i commenti (rivolto al fenomeno che ha inserito quattro commenti, di cui due di insulti).

  27. Underpass scrive:

    Mi ero perso anche io questo tuo post su Narnia. Allora, diversamente da tutti qui, io ho letto solamente il primo e il secondo libro perche’ sinceramente mi ero un po’ annoiato.

    Amo molto Tolkien (mi vergogno di dire quante volte ho letto tLoTR e il Silmarillion e un bel po’ di saggistica) ma non e’ che ami tutto il genere fantasy – ad esempio ho anche letto tutto Shannara di Terry Brooks e nemmeno mi ha convinto molto.

    Detto questo, trovo che il film che e’ stato tratto da Narnia sia molto piacevole – con una manciata di intuizioni visive davvero notevoli.

    Come dice il magister: “my 2 cents”.

    P.S. Caro Pseudotecnico, non sapevo che avessi letto tutto Asimov! 😀 Hai mai letto una novella che si chiama “La professione”?

  28. flod scrive:

    Così al volo “La professione” non mi dice nulla 😕 (ho detto che “divoravo” Asimov, non che lo ricordo a memoria 😉 )

    Tralasciando le varie x-logie (robot, fondazione), io ho una passione per “Neanche gli dei” e per “La fine dell’eternità” 😉

    Stasera proverò a cercare tra i miei libri se trovo quel racconto.

  29. flod scrive:

    Stando a quanto leggo qui, non ricordo di averla letta 🙁

    Qui c’è pure la versione inglese in versione integrale, peccato che l’idea di leggere un racconto in inglese mi faccia venire l’orticaria 😛

  30. Underpass scrive:

    “La professione” la ho su una raccolta degli anni ’70 chiamata “La terra e’ abbastanza grande”.

    Hai citato due romanzi incredibili, il primo trovo che sia la cosa piu’ lisergica che Asimov abbia creato, il secondo e’ forse uno dei piu’ bei libri che abbia mai letto.

    Chapeaux!

    P.S. Come mai nell’anteprima del commento su Linux le lettere accentate non vengono riconosciute bene…?

  31. flod scrive:

    Per il PS: ci sto litigando da giorni ormai (è colpa del plugin che fa l’anteprima).

    Con Firefox funzionerebbe perfettamente, il problema è che non funziona con Safari e KHTML; a questo punto sto cercando delle soluzioni di compromesso.

    Con la precedente “aggiustata” funzionava con tutto meno che con Firefox, quella attuale funziona con Mac/Windows ma si mangia gli a capo, ora scopro che rompe anche su Linux 🙁

  32. flod scrive:

    Trovato e letto (anzi, riletto, visto che sicuramente l’avevo già letto anni fa): si trova in una raccolta dei racconti di Asimov in due volumi della Mondandori.

    Decisamente interessante 😉

  33. Mister X scrive:

    Salve, mi trovo qui per caso e ho letto un pò dei vostri commenti, così volevo dire la mia,
    Ho letto tutti i libri delle cronache di Narnia in una settimana circa, giorno più giorno meno, mi sono piaciuti abbastanza ma credo che ci siano dei libri fantasy molto più belli, credo che sia un libro addatto soprattutto ai bambini e ai ragazzi, ma non perchè è infantile , ma perchè è scritto come una bella favola e questo è un’aspetto positivo, eragon ed eldest sono molto belli come libri ma il film è uno scempio,
    su Harry Potter c’è da dire che è una vera stronzata, si dice che è un film per poppanti bamboccioni americani obesi con problemi mentali e su questo sono pienamente d’accordo, è un libro superficiale , discontinuo senza integrità, e se poi parliamo del film, a beh perfino ai bambini fa schifo, comunque penso che il migliore in assoluto sia il signore degli anelli da cui scopiazzano tutti addio e grazie per aver letto il mio commento

  34. flod scrive:

    che è un film per poppanti bamboccioni americani obesi con problemi mentali

    Della serie “in punta di fioretto” 😛

  35. ViK scrive:

    Argh! Cosa ho letto… Scusami pseudotecnico, ma questa volta ti sbagli alla grande.
    1 Lewis ha scritto le cronache di Narnia dopo essersi convertito al cristianesimo per merito (o colpa, dipende da uno come la pensa) di Tolkien. Se togli alle Cronache di Narnia la tradizione cristiana su cui Lewis si basa, allora si che diventa una favoletta. Peccato che valga la stessa cosa per il SdA.
    2 Hai letto l’introduzione di Lewis? E’ lui stesso che afferma il contrario
    3 Riguardo a Lewis ti consiglio una bella lettura: http://libreriarizzoli.corriere.it/libro/lewis_clive_s_rialti_edoardo_cur-prima_che_faccia_notte.aspx?ean=9788817007610
    Curato da Edoardo Rialti (ho avuto il grande onore di conoscerlo di persona).

  36. flod scrive:

    @ViK

    Non ho preso in considerazione la storia dell’autore per leggere quei libri, per cui confermo che l’impressione è quella di un’enorme favola per bambini. Ho usato lo stesso atteggiamento per leggere il Signore degli Anelli (non conosco la storia personale di Tolkien) ma non ho avuto la stessa impressione. Tutto qui 😉

  37. Underpass scrive:

    Tendo ad essere abbastanza d’accordo con PsudoTecnico: la biografia di un autore può essere importante per contestualizzarlo dal punto di vista storico o per capire alcuni riferimenti, ma non dovrebbe essere essenziale per la fruizione dell’opera stessa.

    My 0.02 € 😉

  38. ViK scrive:

    A mio avviso, non conoscere la storia di autore significa non tener conto di tutti i fattori. Esempio su tutti: I promessi sposi di Manzoni. Se non si da un quadro storico/culturale all’autore, quel libro è una merda.
    Il fatto che Tolkien si legga più facilmente è “solo” dovuto all’educazione che avuto. Sua madre era appassionata di mitologia, ma soprattutto dell’immensa tradizione anglosassone-medievale. Basta leggere Roverandom: è una favola per bambini, eppure c’è più citazioni mitologiche e ironia li dentro che un una howto dal titolo “Essere ironici. Sempre”. La tradizione di Lewis è diversa. Il suo modo di scrivere, per assurdo, è molto più difficile.
    Ti invito davvero a rileggere le Cronache, io sono rimasto affascinato, sopratutto dal 4o libro in poi.

  39. ViK scrive:

    Precisazione dovuta: Roverandom non è, in realtà, una favola per bambini. Ma una favola che Tolkien ha scritto per suo figlio, quando ha perso il suo cane di pezza.

    Se non si è capito io AMO Tolkien! Ma anche Lewis… A mio avviso i due più grandi scrittori di fantasy. Senza eguagli.

  40. flod scrive:

    Evidentemente abbiamo due concetti diversi di lettura: io leggo i libri per il gusto e il piacere di leggerli, per quello che mi possono dare presi così come sono.

    Leggerli cercando di interpretare significati sulla base di esperienza, realtà e vita dell’autore significa tornare a un metodo di lettura scolastico, e sinceramente non l’ho mai apprezzato 🙂

    P.S. Argh, il correttore ortografico 😛

  41. ViK scrive:

    1. Allora ti faccio una domanda: che significa per te il personaggio di Tom Bombadil?
    2. Non è un approccio scolastico. Semplicemente, se un autore mi affascina è naturale che io voglio sapere di più su di lui. Così scopro tutti dei dettagli che magari prima mi ero perso e nel 90% dei casi mi godo ancora di più la lettura (e la rilettura).
    3. Mi verrebbe da farti un altro esempio: hai visto Blade Runner? Immagino di si. Bene: la prima volta che l’ho visto mi ha fatto cagare. Poi l’ho rivisto con uno che studiava cinema che mi ha spiegato tutta una serie di particolari che solo un occhio esperto potevano notare. Ora è in assoluto il mio film preferito (meglio ancora con il finale originale).

  42. flod scrive:

    1) Quel povero cristo che hanno spudoratamente tagliato pure dal film di Peter Jackson? 😛

    Personalmente l’ho sempre considerato un personaggio un po’ anomalo nella storia, direi quasi fuori posto. Detto questo, forse non è ancora chiaro il punto: non sento il bisogno di interpretare un determinato personaggio come una trasposizione dell’autore, del lettore o di qualcosa d’altro. È un personaggio della storia, punto.

    Quando ascolto determinata musica posso apprezzarla di più perché capisco quello che sta facendo un chitarrista, questo non significa che per apprezzare la musica io debba essere necessariamente un musicista. 🙂

    3) A me Blade Runner è sempre piaciuto, pur non capendoci una mazza di cinema 🙂 Credo di averlo visto almeno una decina di volte in lingua originale, è il primo DVD che ho acquistato 😉

  43. Underpass scrive:

    Il personaggio di Tom Bombadil è abbastanza criptico – immagino anche per lo stesso Tolkien…

    cfr.: Tom Bombadil

    In ogni caso quello che tu dici:

    Semplicemente, se un autore mi affascina è naturale che io voglio sapere di più su di lui.

    non implica assolutamente la necessità di poter apprezzare un’opera solo se si conosce la biografia dell’autore.

    hai visto Blade Runner? Immagino di si. Bene: la prima volta che l’ho visto mi ha fatto cagare.

    Anche a me è piaciuto dal primo momento. Poi, se qualcuno mi fa capire qualche particolare che mi era sfuggito, magari lo posso apprezzare maggiormente.

    Ma è abbastanza inverosimile che il mio giudizio su una qualunque opera possa cambiare radicalmente solo leggendo la biografia dell’autore o un qualunque saggio critico.

    Semplicemente, mi fido abbastanza del mio gusto estetico, e me ne sento ragionevolmente sicuro. 😉

  44. ViK scrive:

    non sento il bisogno di interpretare un determinato personaggio come una trasposizione dell’autore, del lettore o di qualcosa d’altro. È un personaggio della storia, punto.

    Ecco, a me questo sembra un giudizio superficiale.

    Il personaggio di Tom Bombadil è abbastanza criptico – immagino anche per lo stesso Tolkien…

    E non ti viene la curiosità di scoprire di puù a rigardo? Tolkien non è uno che fa le cose a caso…

    Semplicemente, mi fido abbastanza del mio gusto estetico, e me ne sento ragionevolmente sicuro. 😉

    Non è una questione di gusto estetico. Cerco di chiarire.
    Quando leggo un libro che mi piace (lo stesso vale per i film) dare un giudizio del tipo “bello” e basta, mi lascia dell’amaro in bocca. Mi piacerebbe capire se quella opera ha da dire qualcosa alla mia vita. Comunque non sono qui per convincere nessuno: se un vuole rimanre con un giudizio superficiale, bè… cazzi suoi.

  45. Blackstorm scrive:

    Mi aggiungo anche io. Non ho ancora (:() letto Narnia. E’ una cosa che vorrei fare. E che farò. Ora, è una favola. Sicuro. Ed è anche un’allegoria. Dal poco che ne so, e cioè il minimo indispensabile, perchè non mi voglio rovinare la lettura, questo è quello che posso dire. Lo stile può piacere o non piacere, può essere noioso o meno. Dipende dai gusti. Vik, le tue osservazioni sono giuste, ma è anche vero che se un libro non ti piace, fai fatica ad apprezzarlo, anche se contestualizzi le intenzioni dell’autore. Io cerco di non fermarmi. Tolkien l’ho letto a 16 anni, ci ho messo un sacco, la prima volta. La seconda ci ho messo 3 mesi, la terza, visto che non avevo nulla da fare, una settimana. Ora, è vero che se un autore a me piace, cerco anche di capire perchè scrive quello che scrive. Sono un grandissimo appassionato di Asimov, ed ho letto Neanche gli dei con un gusto immenso. Però è anche vero che sapendo perchè l’ha scritto, lo apprezzo ancora di più. Ora, non sono qui a sindacare sul come leggere un libro, però penso che Narnia, come ISdA, sia un libro estremamente impegnato. In quanto tale non posso prescindere dalle intenzioni dell’autore.

    Quanto a tutti gli altri che sono passati di qua a insultare, nel caso ripassino: ISdA non è noioso. E’ complesso. La cosa è molto diversa. Harry Potter diventa interessante solo dal 3-4 libro. E vantarsi di studiare letteratura straniera, dimostrando di non conoscere nemmeno l’italiano, dimostra solo la più profonda ignoranza di un approccio consapevole alla lettura. Sono persone che mi fanno pena.

  46. Underpass scrive:

    Mi piacerebbe capire se quella opera ha da dire qualcosa alla mia vita

    E questo lo posso capire solamente se qualcuno me ne parla o se leggo la biografia dell’autore.
    Dico bene?

    Comunque non sono qui per convincere nessuno: se un vuole rimanre con un giudizio superficiale, bè… cazzi suoi.

    Quindi automaticamente chi non giudica come te è superficiale.

    Ok, hai ragione: cazzi miei.

  47. ViK scrive:

    @Underpass
    ^_^
    Nel tuo commento usi due parole che io non ho mai usato: solamente e automaticamente.
    Per fortuna niente nella vita è automatico!!! E sono tanto-tanto contento che ci sia gente che la pensi diversamente da me. Se no sai che du marroni???
    Non travisare le mie parole, ho detto che a me pare proprio un giudizio superficiale il “bello e basta”. E si, credo anche che ci sia bisogno di un maestro per andare al fondo di una cosa nuova. Ma non è un “solamente”, ma è decisamente più immediato. Se non fosse così, l’università sarebbe inutile.

  48. Underpass scrive:

    @ ViK

    È la differenza di opinioni quella che rende possibili le corse dei cavalli.

    Mark Twain

    😉

  49. Sokak scrive:

    Mmmhh… Ma perché tutte queste ostilità? ?_?

    Orsù, niuno è più libero di legger ciocché più gli sconfiffera?

    Che Narnia sia una bella favola anziché un fantasy epico impedisce dunque di sfogliarne le pagine e godereselo se ci piace?

    A me, me piace. Tanto che, in quel fortunoso periodo di ferie, trovandolo in un supermarket a poco, l’ho preso e me lo sono pappato “romero’s style” in un weekend (non iniziando dal cervello, bensì dal tramonto all’alba).

    Il signore degli anelli è venuto prima. Molto prima. Anche quello mi è piaciuto.

    Solo che io non riesco a essere così sofistico: a me me piace tanto/assai/medio/poco/niente e basta.

    Non me ne frega una mazzetta dei generi, del medium, delle origini geografiche di un’opera/interlocutore.

    Non mi importa a quale filone/sottofilone una cosa appartenga, se mi piace ti dico “mi piace”, e tu puoi dirmi “fa cagare”, ma poi basta.

    Mettetevi in testa che a prescindere dai vostri sforzi, nessuno ha il diritto o il potere di imporre la propria visione delle cose, e si spera che abbia la civiltà di astenersi dall’offendere il diverso.

    Punto di vista/di residenza/di razza che sia.

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.