Due nuovi plugin in WP 2.0

30 dicembre 2005

Nell’aggiornamento a WordPress 2.0 mi ero perso per strada i due nuovi plugin: Askimet e WordPress Database backup.

Askimet

Si tratta di un plugin per combattere lo spam nei commenti e richiede una chiave API per funzionare; la chiave può essere ottenuta semplicemente registrandosi sul sito wordpress.com.

Dopo aver attivato il plugin, nella scheda Gestione apparirà una nuova sezione “Spam Askimet”, dove vengono archiviati gli ultimi 15 giorni di spam; se la lista contiene dei falsi positivi è sufficiente spuntare la casella “Non è spam” per riabilitare il commento, in caso contrario lo spam viene eliminato automaticamente dopo 15 giorni.

WordPress Database Backup

Particolarmente utile questo nuovo plugin: consente di fare un backup del database di WordPress direttamente dall’interfaccia di amministrazione e di spedirlo via e-mail (in alternativa è possibile scaricarlo sul server oppure in locale).

Backup db


Neve…

28 dicembre 2005

Un paio di foto per rendere l’idea


WordPress 2.0

28 dicembre 2005

Approfittando della pausa forzata, ho aggiornato WordPress alla versione 2.0; colgo l’occasione per ringraziare i ragazzi di WordPress-it per il loro ottimo e rapidissimo lavoro 😉

Ecco una lista di link utili:

Per il momento sembra tutto funzionante, compreso il tema che avrà vita breve; l’unico plugin che non ho riattivato è lr2spam (spero di trovare qualcosa di più funzionale).

Segnalo alcune novità che sto apprezzando mentre scrivo questo articolo:

  • l’editor WYSIWYG permette di modificare direttamente il codice html e nella finestra dell’editor BBCodeXtra funziona perfettamente
  • l’anteprima del post è fatta con lo stile del tema
  • è possibile aggiungere una categoria al volo

Questo è l’editor in azione


Neve e incapaci

28 dicembre 2005

Qui a Brescia nevica come Dio la manda da stamattina presto, ora ci sono una decina di cm di neve; mi appresto ad uscire da casa per andare ad un appuntamento di lavoro, fiducioso che le strade siano percorribili…

Percorribili un beneamato $attributo_maschile! La mia via è piena di neve (non vi dico come mi sono fermato alla fine della discesa), nei 1000 metri che ho percorso prima di fare inversione e tornarmene a casa (circa mezz’ora!) ho contato qualche decina di automobili abbandonate al lato della strada, non ho visto spazzaneve o spargisale in azione.

Ma cosa cavolo stanno facendo quegli incompetenti che si occupano della viabilità a Brescia? Giocano a solitario? Fanno il bagno al criceto stordito che hanno in testa al posto del cervello?
Vorrei almeno sapere a chi fatturare le 4 ore perse oggi pomeriggio 😡


Server mini-itx: fase 2

28 dicembre 2005

Fase 2: turpiloquio (aka “quello che manca e quello che non funziona”).

1) Il case Travla C138 contiene un adattatore per il disco fisso da 2.5″, ma non un adattatore per l’unità ottica slim; visto che è possibile montare sia dischi da 2.5″ che da 3.5″ ma SOLO lettori slim, mi sarei aspettato di trovare un adattatore per l’unità ottica. Per il momento decido di attaccare un masterizzatore standard per fare le prime prove.
2) Come cavolo si monta l’adattatore sul disco fisso da 2.5″? In che verso? A questo punto vai su Internet e ti fai una cultura sulla piedinatura dei dischi da 2.5″: i 4 pin staccati dagli altri 44 sono l’equivalente dei jumper MA/SL/CS delle unità standard, il piedino 1 è vicino ai 4 piedini separati mentre l’alimentazione è sul lato opposto.
3) A questo punto devo attaccare il cavo flat all’adattatore, peccato che l’adattatore in questione non abbia il classico piedino mancante sul lato inferiore; visto che ho già le $balle girate, prendo una pinza ed eviro il piedino di troppo
4) Inserisco la scheda madre nel case, e scopro perché certi lavori li fanno nell’estremo oriente: quando inserisco la mano nel case, provoco un’eclisse totale che rende impossibile visualizzare qualsiasi componente! Ci vogliono manine sottili e delicate (o pinze molto lunghe) per fare certi lavori
5) Il collegamento della luminaria (hd led, power led, power switch) e delle prese usb/firewire frontali è semplice, le bestemmie vengono riservate al collegamento dei connettori audio: su 9 connettori, la dicitura della scheda madre corrisponde a quella del case solo in rari casi 😡 (ringraziamo San Google)
6) Collego tutto, accendo e non esplode: un buon segno! Do un’occhiata al bios, abbasso i 128MB di memoria condivisa per la scheda video a 8, sistemo la priorità di boot, inserisco il cd di SME server, riavvio: con 5 tentativi ho ottenuto ogni volta errori diversi (video illeggibile, kernel panic a piacere), in alcuni casi il pc si avvia ma non esce segnale sulla scheda video. Ho provato con svariate versioni di gentoo, trustix, kubuntu, ubuntu, sme server, quasi sempre freeze o kernel panic. Un’altra preghierina a San Google mi rivela che le schede EPIA sono particolarmente schizzinose con la RAM (nel mio caso 512MB PC3200 DDR400 modello V-DATA, chip VDD8608178A-5B).

Morale della favola: sono in attesa di un banco di ram e di un adattatore per unità ottiche slim ordinati su mini-itx.it, peccato che la ram arriverà solo a metà gennaio 🙁


Qualche foto

26 dicembre 2005

Visto che sono riuscito a trovare il tempo per farle, ho aggiunto due nuovi album sul sito:

  • Notebook MaxData: contiene le foto del nuovo notebook
  • Server mini-itx: per il momento ci sono le foto dei pezzi arrivati (hard-disk, ram, lettore ottico)