Server mini-itx: fase 2

28 dicembre 2005

Fase 2: turpiloquio (aka “quello che manca e quello che non funziona”).

1) Il case Travla C138 contiene un adattatore per il disco fisso da 2.5″, ma non un adattatore per l’unità ottica slim; visto che è possibile montare sia dischi da 2.5″ che da 3.5″ ma SOLO lettori slim, mi sarei aspettato di trovare un adattatore per l’unità ottica. Per il momento decido di attaccare un masterizzatore standard per fare le prime prove.
2) Come cavolo si monta l’adattatore sul disco fisso da 2.5″? In che verso? A questo punto vai su Internet e ti fai una cultura sulla piedinatura dei dischi da 2.5″: i 4 pin staccati dagli altri 44 sono l’equivalente dei jumper MA/SL/CS delle unità standard, il piedino 1 è vicino ai 4 piedini separati mentre l’alimentazione è sul lato opposto.
3) A questo punto devo attaccare il cavo flat all’adattatore, peccato che l’adattatore in questione non abbia il classico piedino mancante sul lato inferiore; visto che ho già le $balle girate, prendo una pinza ed eviro il piedino di troppo
4) Inserisco la scheda madre nel case, e scopro perché certi lavori li fanno nell’estremo oriente: quando inserisco la mano nel case, provoco un’eclisse totale che rende impossibile visualizzare qualsiasi componente! Ci vogliono manine sottili e delicate (o pinze molto lunghe) per fare certi lavori
5) Il collegamento della luminaria (hd led, power led, power switch) e delle prese usb/firewire frontali è semplice, le bestemmie vengono riservate al collegamento dei connettori audio: su 9 connettori, la dicitura della scheda madre corrisponde a quella del case solo in rari casi 😡 (ringraziamo San Google)
6) Collego tutto, accendo e non esplode: un buon segno! Do un’occhiata al bios, abbasso i 128MB di memoria condivisa per la scheda video a 8, sistemo la priorità di boot, inserisco il cd di SME server, riavvio: con 5 tentativi ho ottenuto ogni volta errori diversi (video illeggibile, kernel panic a piacere), in alcuni casi il pc si avvia ma non esce segnale sulla scheda video. Ho provato con svariate versioni di gentoo, trustix, kubuntu, ubuntu, sme server, quasi sempre freeze o kernel panic. Un’altra preghierina a San Google mi rivela che le schede EPIA sono particolarmente schizzinose con la RAM (nel mio caso 512MB PC3200 DDR400 modello V-DATA, chip VDD8608178A-5B).

Morale della favola: sono in attesa di un banco di ram e di un adattatore per unità ottiche slim ordinati su mini-itx.it, peccato che la ram arriverà solo a metà gennaio 🙁


3 commenti/trackback a “Server mini-itx: fase 2”

  1. Andrea Beggi scrive:

    Bello, a parte i casini. Dovresti produrlo in piccola serie… 😀

  2. flod scrive:

    Con questo ritmo ne produrrei due all’anno, sarebbe una pico-serie 🙁

  3. Gioxx scrive:

    Senza contare costi di manodopera alle stelle 😛

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.