BabelZilla

31 luglio 2005

30 luglio 2005, nasce ufficialmente il progetto BabelZilla.

Come può far immaginare l’assonanza con eXtenZilla, anche questo progetto si occuperà di estensioni per i software Mozilla.
A differenza di XZ, si tratterà di un progetto internazionale; l’obiettivo è quello di raggruppare localizzatori ed autori di estensioni, creare un territorio comune per lo sviluppo di estensioni pienamente localizzabili.

Purtroppo molti autori sottovalutano l’importanza di creare estensioni completamente traducibili nelle varie lingue, infilando stringhe ed alert direttamente nel codice JavaScript o nei file XUL; uno degli obiettivi del progetto sarà anche quello di far cambiare idea a questi sviluppatori.

Giusto come nota di colore, tutto è nato da questa discussione sui forum di MozillaZine, iniziata dal nostrano jooliaan.


IE7 e standard

30 luglio 2005

Ho letto con piacere questo post sul blog di Internet Explorer.

Da qualche giorno è disponibile Internet Explorer 7 beta 1 e molti web-designer si sono lamentati dei mancati miglioramenti del browser nel supporto agli standard; a quanto pare qualcosa si sta muovendo, anche se bisognerà attendere la beta 2 per vedere i risultati.

Ricordo che Internet Explorer 7 sarà disponibile solo per gli utenti Windows XP SP2 e successivi (Vista).


La maggior parte delle persone conosce le licenze OEM, dove OEM è l’acronimo di Original Equipment Manufacturer: si tratta di licenze vendute esclusivamente insieme ad un nuovo pc. Esistono licenze OEM per gli applicativi e per i sistemi operativi; il vantaggio principale è che il loro costo è decisamente inferiore rispetto ad una licenza standard FPP (Full Package Product).

Veniamo alle curiosità: il listino delle licenze OEM è in $ (U.S. dollar), non nella valuta locale. Questo significa che il prezzo delle licenze OEM segue il cambio dollaro/valuta locale.

Molti lo sanno, tanti fanno finta di niente: una licenza OEM, a differenza di quella FPP, non è trasferibile ed è legata al pc con cui è stata venduta. A questo proposito, altra curiosità: non si può esporre in fattura il prezzo dettagliato delle licenze OEM, questo dovrebbe rientrare nel costo complessivo del pc.
In realtà, una licenza OEM diventa trasferibile se si abbina ad una Software Assurance, nell’ambito dei contratti di Licenza volume (ad esempio MYOL, multi-year open license, oppure Open Subscription License); quest’ultima, peraltro, dà diritto a ricevere le versioni aggiornate del software coperto.

Altra curiosità: Microsoft Office OEM può essere venduto solo con un pc completo, mentre Microsoft Windows OEM può essere venduto insieme ad un componente hardware non periferico. Praticamente stiamo parlando di qualsiasi componente che non siano cavi e ventole: ram, processore, hard disk, lettore floppy-cd-dvd, mouse e tastiera.

Ultima cosa: la licenza OEM, ad esclusione di Windows XP Professional, non dà diritto al downgrade: in altre parole, acquistando Office 2003 non è possibile installare Office 2000 ed essere in regola


Ecco un interessante articolo che tratta l’argomento Migrare le web-application da Internet Explorer a Mozilla (fonte slashdot.org); da notare il sistema operativo usato per gli screenshot di Mozilla 😉


Stasera ho aperto Microsoft Update (non Windows Update) per verificare la presenza di aggiornamenti per Office e mi ha chiesto di installare lo Strumento di verifica dell’autenticità di Windows KB892130.

Al termine dell’installazione del componente ho provato nuovamente a cercare aggiornamenti: a questo punto si è aperta una finestra di Convalida autenticità di Windows, dove l’utente può scegliere se procedere con la Convalida o visualizzare solo gli aggiornamenti per gli altri prodotti. Nel secondo caso, cito testualmente, “Se non viene eseguito l’aggiornamento di Windows, il computer sarà più vulnerabile e meno protetto.”

Per chi fosse interessato all’articolo della knowledge base, questo è il link.


Mac Mini: e i modem??

27 luglio 2005

Che io sappia non se ne è ancora accorto nessuno: nei Mac Mini il modem 56k, a parte il modello base, è diventato opzionale!!!
E’ possibile aggiungerli come opzione a 30 euro, per cui il mio Mini oggi costerebbe 769 euro 🙁