Effetto yo-yo

27 maggio 2012

Sono passati quasi sei mesi da quando scrivevo questo post sulla corsa. Complice un’ondata imprevista di extra lavoro, le influenze di stagione, il gomito che fa contatto con il ginocchio, i buoni propositi hanno prodotto ben pochi risultati. Un po’ scoraggiato dalla situazione mi sono detto “ok, a ‘sto punto proviamo con un dietologo” e ho chiesto consiglio al medico. Il suo suggerimento? Prova con la dieta a zona.

Da bravo nerd ho sfruttato zio Google e mi sono pure letto 3 libri (di carta!) sull’argomento, incluso uno scritto dal dietologo consigliatomi, e ho deciso che grazie, ma anche no: non ha senso organizzare la propria vita intorno al cibo in quel modo.

Da circa un mese e mezzo cammino almeno 40 minuti al giorno (ad oggi quasi 200km), sto molto attento alle quantità più che alla qualità di ciò che mangio, meteo permettendo esco in bici (circa 100km finora). Più avanti magari proverò anche a correre, quando il peso raggiungerà valori accettabili per le ginocchia già disastrate. Qualche risultato comincia a sentirsi, anche se è tutt’altro che semplice mantenere l’impegno.

Mi chiedo quante persone sane di mente abbiano un foglio di calcolo con il proprio peso dal 1998. Quello che è certo, esaminando quello strumento di tortura, è che ogni aumento di peso è legato al “non controllo”, così come ogni calo è legato a controllo+attività fisica. Per cui sarà stupido, ma il primo passo per evitare di lasciarsi andare è proprio quello di controllare il proprio peso periodicamente.


17 commenti/trackback a “Effetto yo-yo”

  1. Underpass scrive:

    Complimenti per la tenacia…
    Io in genere non controllo il peso perché altrimenti mi demoralizzo… ma per il motivo opposto al tuo! 😉

  2. flod scrive:

    Tu non c’hai il metabolismo, c’hai un buco nero 😛

  3. Vinz486 scrive:

    Ancora più nerd: usa questa http://www.withings.com/it/bilancia con app come questa https://play.google.com/store/apps/details?id=net.cachapa.libra funziona perfettamente ed è anche multiutente in automatico.

  4. flod scrive:

    Forse costa un po’ troppo per fare solo da bilancia 😛

    Per il momento rimango con questa (cambiata un paio d’anni fa).

  5. titto scrive:

    Caro Francesco,

    nella mia vita sono stato per anni magro (come il nostro Simone), poi ho ricevuto una bella pancetta che mi ha tormentato per anni, ed infine sono tornato in peso forma.

    La mia esperienza mi ha insegnato alcune verità:

    1. fare sport fa indubbiamente bene (senza esagerare) ma, contrariamente al credo comune, non serve assolutamente e a nulla se il tuo scopo è dimagrire.

    2. le diete non funzionano 😉

    3. il genere umano ha perso il contatto con la natura, e questa è la causa di tutti i suoi mali (ma adesso sto divagando).

    Visto che hai già letto tre libri, te ne consiglio un quarto: È facile controllare il peso se sai come farlo (Carr Allen)

    Gabriele

  6. flod scrive:

    @titto

    With all due respect, +30/40 kg sul peso “normale” non è “un po’ di pancetta” 😉

  7. titto scrive:

    Non erano 30/40kg… 10/15 al max 🙂

  8. flod scrive:

    Appunto, non puoi paragonare il dover perdere una decina di Kg a quattro volte tanto. E avrei molto da dire anche su “fare sport non serve a dimagrire” 😉

  9. titto scrive:

    Francesco,

    è da un pò che non ci vediamo, ma non mi sembrava che fossi fuori di 30/40kg… Sei “esploso” ultimamente?
    Cmq fidati, fare sport fa bene, ma la chiave sta nella qualità di ciò che butti dentro al tuo corpo (da cui dipende la quantità).

  10. flod scrive:

    Non ultimamente 😉 (il grafico qua sopra dovrebbe essere chiaro, Y=peso in Kg, X=data)

  11. titto scrive:

    Nel grafico è interessante il fatto che ci siano ben due periodi (99 e 04) in cui hai perso parecchio peso e poi l’hai ripreso subito.
    Se avevi fatto delle diete, questo dimostra che le diete non funzionano 🙁

    PS: ma quale sarebbe il tuo peso forma?

  12. flod scrive:

    No, semplicemente ho smesso di fare attività fisica, il che dimostra la storia dello sport se ce ne fosse bisogno 😉

    Peso forma? Piazzarsi tra 70 e 75 Kg per me sarebbe già un buon risultato (anche se, arrivando a 1,70m scarsi, probabilmente dovrebbe essere inferiore).

  13. miki64 scrive:

    Non riesco a fare sport, questione di un problema fisico e di tempo, mi muovo tantissimo però quello non è sport.
    Mi salva la “dieta mediterranea”, altrimenti sarei davvero sovrappeso di brutto…

  14. titto scrive:

    Mah, io ho variato di peso solo quando ho variato le mie abitudini alimentari e, curiosamente, l’ultimo dimagrimento l’ho avuto durante un periodo di inattività (ero fermo per problemi alla schiena), in cui ho però cambiato “dieta”.

  15. flod scrive:

    Ho cercato di dare un’occhiata a quel libro (rapidamente, saltando qua e là), a prima vista direi “meh!”: confuso, spesso in contraddizione con sé stesso, a volte completamente fuori.

    Sono felice che per te abbia funzionato, ma direi che gli ho concesso pure troppo tempo 😉

  16. titto scrive:

    Beh, se guardi rapidamente saltando qua e là, non so proprio come puoi cogliere l’interezza del messaggio, e non solo su questo libro ma in generale.

    Io ci ho trovato tanto buon senso e qualche interessante spunto di riflessione.

    Cmq non insisto oltre, mi spiace per l’impressione negativa ma apprezzo il fatto che tu lo abbia letto cosi (forse troppo) presto. Stupefacente! 🙂

Trackback e pingback

  1. pseudotecnico:blog » Dieta: mese #3
    [...] di 3 mesi di rottura di boglioni impegno (puntata precedente): circa 270 km a piedi, 340 km in bici,…

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.