Di router nati male

31 agosto 2010

Della mia pessima esperienza con il router WAG160Nv1 della Linksys ho già parlato in passato (per inciso, da allora ho accuratamente fatto in modo di non acquistare o consigliare prodotti della suddetta marca).

La scorsa settimana ero in giro per centri commerciali (mi serviva un pezzo urgente e i fornitori erano tutti chiusi), quando ho intravisto un bundle modem-router+adattatore USB della Belkin (F5D8053+F5D8636-4A). Incuriosito dal prezzo basso e dalle opinioni abbastanza buone lette in rete sul marchio, decido su due piedi di acquistarlo.

Terminata la configurazione (è allucinante che per ogni modifica, per quanto minima, si debbano attendere 20 e passa secondi) non riesco più ad accedere all’interfaccia di amministrazione. A quanto pare la password ha una lunghezza massima, se non ricordo male 10 caratteri, ma il modulo per aggiornarla non tiene conto di quel limite. Ergo: tu inserisci una password di 15 caratteri, lui non dice nulla ma ne tiene buoni solo 10 (e no, non esistono firmware più aggiornati di quello che era già installato).

Il problema fondamentale in realtà è un altro: non c’è stato verso di farlo allineare con il segnale ADSL, né sul mio impianto né su quello del vicino di casa. Per la cronaca, sullo stesso impianto ho provato router 3Com, Zyxel, Netgear, Linksys senza aver mai riscontrato quel tipo di problema.

Frugando in Internet mi sono accorto che il problema dell’allineamento potrebbe non essere dovuto ad un router difettoso ma proprio al modello (soglia di tolleranza al rumore?). Per questo motivo ho preferito sostituirlo con l’unico altro bundle disponibile dalla caratteristiche simili (Netgear DGN2000+WN111v2). In questo caso il router si allinea perfettamente e le prestazioni della rete wireless sono notevolmente migliorate. Questo non toglie che la mancanza di un paio di funzioni mi abbia lasciato sinceramente perplesso:

  • se impostato come server DHCP, non è possibile impostare i DNS assegnati (abitualmente uso quelli di DNS Advantage). L’unica soluzione è cambiare i DNS direttamente nella connessione in modo da non utilizzare quelli assegnati dall’ISP.
  • non è possibile impostare nei port forward una porta esterna diversa da quella interna (assurdo!). In pratica, se hai tre computer da gestire in RDC sei obbligato a impostarli per utilizzare una porta diversa dalla 3389, non puoi usare 3 porte esterne diverse.

L’ideale, come sempre, sarebbe quello di informarsi a fondo prima dell’acquisto via Internet, ma spesso si tratta di problemi così specifici che è quasi impossibile scoprirli senza picchiarci direttamente il naso.


13 commenti/trackback a “Di router nati male”

  1. Mattia scrive:

    Almeno quelle due funzioni non mancavano al Linksys. Io il wi-fi lo uso solo per iphone e ipad ma non ha mai dato evidenti problemi. (https://www.pseudotecnico.org/2008/09/19/nuovo-router-consigli/#comment-92578).
    Per quanto riguarda i dns, non provi quelli di Google? Hanno una latenza bassissima.

  2. oracolo scrive:

    Curiosamente, negli ultimi mesi ho fatto la tua stessa trafila (Linksys, lentissimo ed inaffidabile Belkin (nonostante le recensioni positive in rete!) e quindi DGN2000 + WN111v2).
    Delle porte fisse per il port-forwarding non mi ero accorto (a casa forwardo giusto quelle due o tre porte, sempre le stesse) ma a me lascia tranquillamente impostare dei dns diversi se uso il DHCP – sia client DHCP, verso il provider, che server verso casa mia. Trovo l’opzione proprio nei basic settings: uso quelli di Google.
    Era il Linksys, invece, in cui la connessione smetteva di funzionare se mi azzardavo ad impostare dei dns diversi: i client DHCP ricevevano dns a caso e non riuscivano a risolvere i nomi…

  3. Saretta scrive:

    Io ho un DGN2000.
    Per i DNS devi fare così:
    – Basic settings -> Use These DNS Servers:
    e lì imposti i DNS che preferisci.
    Il DHCP del router fornisce come DNS server se stesso, che poi rimanda direttamente a quelli che hai specificato nella pagina sopra.

    Per il port forwarding invece le cose stanno esattamente così: è molto facile da impostare per gli utilizzi comuni, ma se devi fare cose avanzate ci sono dei limiti.

  4. flod scrive:

    @mattia
    Il tuo router è v1 (come il mio) o v2?

    Sui DNS: perché offrire ulteriori dati a Google? 😛 Scherzi a parte, non ho mai avuto problemi con DNS Advantage per cui al momento non ho motivo di cambiare.

    @saretta e @oracolo
    Mi sa che stiamo dicendo la stessa cosa 😉

    L’unica soluzione è cambiare i DNS direttamente nella connessione in modo da non utilizzare quelli assegnati dall’ISP.

    Rimane il fatto che, normalmente, è possibile impostare il server DHCP in modo che non assegni come DNS primario sé stesso ma un server di propria scelta.

  5. Mattia scrive:

    @pseudotecnico
    è v1 anche il mio..

    Su Google e DNS: a parte essere un grande sostenitore di Google (quasi un fan :P) da casa mia il ping a DNS Advantage e OpenDNS (che usavo prima di Google) è quasi il doppio che verso Google.

  6. flod scrive:

    Ed è costantemente acceso? Nel mio caso dopo qualche giorno i computer smettevano di vedersi tra loro e i dispositivi wifi non ricevevano più indirizzi. La cosa era quasi automatica quando attaccavo l’iPod o il telefono Android.

  7. Mattia scrive:

    Si anche il mio è sempre acceso (stacco e riattacco il cavo ogni morte di papa quando la connessione adsl mi innervosisce, ma capita molto di rado). Il pc è collegato col cavo, l’iphone però si collega sempre e prende subito l’ip.

  8. Gioxx scrive:

    Una mera curiosità: come mai DNS Advantage (non lo conoscevo ancora perché sono un soddisfatto utilizzatore di OpenDNS custom per la rete di casa) e non un più conosciuto OpenDNS / DNS Google / FoolDNS?

  9. flod scrive:

    All’inizio usavo esclusivamente OpenDNS, poi l’ho sostituito nel momento in cui mi sono accorto che venivano bloccati alcuni siti senza che io avessi chiesto nulla.

    FoolDNS: mai sentito il bisogno di provarlo (ho alcuni dubbi sulla cosa, ma non ho mai avuto tempo/voglia di approfondirli).

    Google DNS: al tempo non esisteva, oggi potrei farci un pensierino con il limite già indicato.

    DNS Advantage: se non ricordo male li avevo scoperti tramite Beggi, hanno sempre funzionato bene.

  10. flod scrive:

    Il DHCP del router fornisce come DNS server se stesso, che poi rimanda direttamente a quelli che hai specificato nella pagina sopra.

    Per curiosità ho controllato: imposta come DNS direttamente quelli segnalati, non sè stesso.

    Quindi la funzione c’è, è l’interfaccia che è concettualmente sbagliata (secondo me quelle impostazioni andrebbero non in Basic settings insieme ai dati della connessione ma in LAN settings)

  11. Saretta scrive:

    Quindi la funzione c’è, è l’interfaccia che è concettualmente sbagliata

    Hai ragione! Effettivamente l’interfaccia mi ha tratto in inganno.

  12. gionn scrive:

    E’ devastante quanto non vengano fatti progressi sull’affidabilità e funzionalità di molti router in commercio, anche io mi ci scontro quotidianamente.
    Il problema non è il software opensource con cui sono fatti, è il come usarlo che i produttori proprio non capiscono (fanno, disfano, ognuno il proprio).

    Sto aspettando un dgn2000, vedremo stavolta come andrà.

    A memoria ricordo il router Asus con la wifi che si impallava dopo parecchie ore, il Linksys che lagga da morire oltre la 10a connessione tcp concorrente, un netgear che si resettava random e con un bug di dhcp che mi ha fatto impazzire.

    Quanto sarebbe bello se, chessò, tutti i produttori usassero come base openwrt, contribuissero con i driver dei loro chipset, e i consumatori avrebbero un dispositivo robusto, facilmente configurabile e senza smazzi? Utopia, ovviamente.

  13. Daniele scrive:

    Possiedo un router netgear da più di 2 anni (su adsl tiscali), un DG834GT-IT in bundle con la chiavetta WI-FI, e il firmware originale è resistito giusto un paio di giorni!
    Ti consiglio di scaricare il seguente FW

    https://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:ADxV1zT4-D4J:dgteam.netsons.org/index.php%3Fpid%3D17+http://dgteam.netsons.org/index.php%3Fpid%3D17&cd=1&hl=it&ct=clnk

    da uno dei mirror.

    Purtroppo scopro oggi con orrore che il sito che da anni si è occupato di creare e testare questi firmware ha chiuso i battenti in questi giorni, per questo ho incollato un link alla cache di google del sito. E’ già successo + volte in questi hanni ma stavolta sembra definitivo…

    Cmq, tornando al firmware, io mi ci trovo benissimo e implementa moltissime funzioni e impostazioni non presenti nel FW originale.
    Buon divertimento!

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.