Retromeme

16 febbraio 2008

Di solito questo blog costituisce un capolinea per i meme (arrivano e cadono nell’oblio), l’equivalente 2.0 del cimitero delle balene, ma questo invito di Alberto era impossibile da ignorare 🙂

Una rapida ambientazione: sono nato nel 1977, padre tecnico in SIP e madre sarta, nessun particolare influsso tecnologico o universitario, un fratello maggiore di cinque anni che per qualche strano motivo non ha mai nutrito particolare interesse per i computer.

Il primo oggetto vagamente tecnologico che ricordo è pong: manopoline argentee, televisore in bianco e nero con plastica di un colore arancio psichedelico inguardabile.

Il primo computer è stato un Commodore 64 con lettore rigorosamente a cassette: ancora ricordo lo stupore, di ritorno da una colonia estiva, nello scoprire l’esistenza di un lettore di floppy disk! Impossibile determinare il numero di joystick distrutti, in particolare grazie a Decathlon nelle sfide con il fratello: per acquisire velocità bisognava smanettare rabbiosamente la leva a destra e sinistra, con il risultato che la maggior parte dei joystick ti rimaneva in mano dopo un paio di mesi 😛

In effetti il C64 è stato il mio primo vero computer, quello sui cui ho iniziato a “programmare”: mi piazzavo in sala, con il C64 attaccato al televisore, e litigavo con GOTO e numeri di linea. Ancora ricordo i LOAD, i tempi biblici e i rumori che uscivano dal lettore, il cursore lampeggiante sotto la scritta READY – a quel tempo le schermate blu con caratteri bianchi non erano un brutto segno.

Alle scuole medie ho avuto la fortuna di incontrare un professore di matematica veramente avanti per i tempi: frequentavo una classe sperimentale con il tempo prolungato, uno dei laboratori facoltativi era quello di informatica e c’erano alcuni C64 dove il professore in questione ci insegnava a realizzare piccoli programmi – al tempo aveva realizzato un simil Arkanoid, con sprite e compagnia bella.

Dopo il C64 è arrivato il primo pc IBM compatibile, regalato dal cugino (per anni il mio spacciatore ufficiale di tecnologia): un Amstrad PC-1512 (512kb di ram, mica fuffa), poi sostituito da un PC-1640 e da molti altri negli anni a venire (386, 486, Pentium 133, ecc. ecc.).

Concludendo, se dovessi scegliere il mio primo computer, sicuramente sarebbe il Commodore 64 🙂


Foto originale di bostonjal

Tag Technorati: ,

17 commenti/trackback a “Retromeme”

  1. alberto d'ottavi scrive:

    ah! che matto che sei, il post più veloce del web! troppo forte 😀

  2. dafi scrive:

    E ricordi quanto tempo si passava a digitare i listati trovati sulle riviste? Il mitico PaperSoft pieno di istruzioni DATA.
    Il turbo save/load, il Simons’ basic, SYS 64738, peek e poke a raffica, le prime cassette comprate in edicola
    Io ho avuto pure il floppy 154I con l’ultimo carattere che anni sono ho scoperto non essere un uno ma una I.
    E poi era il computer piu’ social del mondo, quante persone ho conosciuto grazie allo scambio delle cassette, mi sta spuntanto la lacrimuccia 😉

  3. capemaster scrive:

    fratello di amstrad…
    l’ho avuto anche io, come primo però…

    il 64 ce l’aveva mio zio (ok ok, l’usavo sempre io)

  4. flod scrive:

    @dafi
    Vero, riscrivere listati chilometrici a mano… Oddio come siamo antichi 😛

    Guardando le foto su flickr ritornano anche i ricordi visivi, tipo l’alimentatore gigante con il logo sopra.

    @capemaster
    Foto 😀
    http://www.flickr.com/photos/mwichary/2189564453/

    P.S. com’è che nessuno aveva lo Spectrum? Ricordo che in paese c’era pure un tizio con un Commodore 128 😛

  5. dafi scrive:

    Io ho avuto un Sinclair ZX80 con 1Kb, lo spectrum non mi ha mai affascinato con la sua modalita’ pseudo edlin.

    Chi si ricorda Forbidden Forest o Aztec?
    Ai tempi di Aztec avevo un televisorino 14″ B/N ed i pesci non si vedevano, ricordo che disassemblai fino a trovare dove venivano posizionati gli sprite che colorai di nero, poi ci presi la mano e cominciai a crakkare i giochi 😀

  6. flod scrive:

    @dafi

    Tu eri decisamente più avanti. Aztec me lo ricordo, l’altro sinceramente no 😕

    Se proprio vogliamo farci del male…
    http://ready64.org/giochi/stats/classifica_giochi.php

  7. dafi scrive:

    @pseudotecnico questo e’ un colpo basso 😀
    Pero’ secondo me nella classifica manco Zaxxon
    che arrivo’ su C64 molto tempo dopo l’iniziale uscita mi pare su TI 99/4a

  8. flod scrive:

    Nooooooooooooooooooo! Zaxxon l’avevo rimosso 😀

    Più che un blog sembra un gruppo di sostegno per videogiocatori compulsivi 😛

  9. dafi scrive:

    @pseudotecnico magaaaari “videogiocatori compulsivi” sembriamo due vecchietti seduti su una panchina a ricordare i vecchi tempi 😉

  10. lafabbricadibyte scrive:

    Un bel tuffo nel passato…
    pensa che iniziai a ‘studiare’ il computer già dalla scuola Elementare…una scuola veramente avanti coi tempi considerato che ora ho 30 anni…
    avevo un corso pomeridiano e il prof ci faceva fare al C64 alcuni listati presi dal manuale…
    …io a casa però avevo il commodore 128 (che usavo quasi sempre in modalità C64 per via dei giochi tranne quando mi volevo divertire a giocare con gli sprites)…

  11. Xio scrive:

    Vic20, c64, zx80\81, sinclair. io lo ho provati tutti, modestia a parte… Non potendomeli permettere monopolizzavo quelli degli amici.

    PaperSoft, che bello! La ricordo con tenerezza.

    p.s. per la cronaca, appena ci fu l’opportunità optai per la tecnologia che mi sembrava più promettente per il futuro…

    MSX

    🙁
    🙁

    Ciao

  12. miki64 scrive:

    Quindi, PT, tu il C64 non ce l’hai più?

  13. flod scrive:

    Credo sia disperso da qualche parte nel solaio della casa dei miei nonni, ma non ne sono sicuro 😉

  14. miki64 scrive:

    Sappi che il tuo Adoratore Tricornuto Verde farebbe follie (e non sarebbe il solo, a quanto mi risulta) per quel pezzo di modernariato…. 😉

  15. iacchi scrive:

    AAhhh…. quanto tempo che non vedevo quel lettore di cassette e quella tastiera!
    Se vi può far sentire un po’ più giovani, anche io avevo il C64 a cassette anche se lo usavo solo per giocare (avevo 5-7 anni all’epoca e programmare manco sapevo cosa volesse dire) o scrivere e disegnare compulsivamente (divertendomi ad alternare quadratini dei tre colori possibili sullo schermo. Sì lo so, sto male…).
    Poi giocare, si fa per dire: io ho memoria (anche se avevo anche altri giochi) solo di un gioco delle tartarughe ninja, che ci metteva mezz’ora a caricare un livello e ci volevano 5 minuti a completarlo.
    Purtroppo una volta comprato il PS/1 detti il C64 a un’amica e chissà che fine ha fatto 🙁

  16. Sokak scrive:

    Sigh…

    Mi sto arrendendo, tanto non avrei tempo per pacioccarlo!

    Ormai, sono rassegnato a usare dei meri emulatori…

  17. deckard scrive:

    Io mi ricordo forbidden forest e anche io ho avuto ed usato un C64… quanti ricordi !!!

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.