Il corriere delle licenze

26 gennaio 2008

 corriere.png

Se c’è una cosa che mi fa girare vorticosamente le palle è quando si rubano prendono delle immagini, magari da Flickr, e non si rispetta la licenza che le accompagna:

  • attribuzione dell’autore significa che dovete dire dove avete preso quelle immagini, possibilmente con un link visto che siete uèb_tu_dot_ziro. “Da flickr.com” vale quanto il due di bastoni con briscola coppe;
  • utilizzo non commerciale è facile da capire. Voi, gentili signori della RCS Quotidiani SpA (o RCS Digital SpA, o RCS Pubblicità SpA), non potete usarle sul vostro sito, stop. Volete usarle? Parlate con l’autore e concordate un prezzo, non è complicato;
  • condividi allo stesso modo l’ha capito anche il mio cane. Non puoi prendere un’immagine con questa licenza e piazzarla su un sito con © 2008 RCS Quotidiani SpA.

Il Corriere avrà l’umiltà di chiedere scusa e cambiare atteggiamento? Del resto faccio notare che l’argomento è già stato trattato da queste parti, giusto per ricordare che il problema non è limitato ai quotidiani online 😉

Tag Technorati: , ,

 xiti.png

Secondo XiTi Monitor in Italia la percentuale di utilizzatori di Firefox passa dal 21,3% di novembre 2007 al 21,7% di dicembre 2007. In sostanza uno “spettacolare” +0,4% 😛

Nel frattempo si avvicina lo string freeze per Firefox 3 beta3: a giudicare dalle ultime stringhe inserite si prevedono novità sul fronte offline storage, crash reporter e ricerca di componenti aggiuntivi (e siamo in attesa del tema con keyhole). Peccato che negli ultimi giorni sia praticamente impossibile avere una build localizzata funzionante per verificare tali novità: le stringhe cambiano ogni 5 minuti e il trunk è più rosso che mai, in questo istante sono verdi solo 5 locale su 47.


I wanna be a FlickrStar

22 gennaio 2008

19gennaio.png

La mia ultima foto della domenica è schizzata in sesta posizione nella classifica delle foto interessanti di Flickr del 19 gennaio, grazie anche a quasi 800 visualizzazioni e 21 persone che l’hanno scelta come preferita (la classifica è in continua evoluzione, quindi è probabile che la foto sparisca dalla prima pagina nei prossimi giorni). Nelle ultime ore l’ho pure trovata nella sezione immagini di digg.

Rimanga tra noi: la foto è ben fatta ma tutt’altro che straordinaria, non certo degna di spiccare tra le 500 foto più interessanti di quel giorno. Questo, se ce ne fosse bisogno, dimostra che Internet è ancora il regno incontrastato di nerd e geek 😛

Tornando a Flickr, in questi anni ho sempre usato il servizio in modo “discreto”: non ho mai partecipato a gruppi del tipo “vota la mia foto”, oppure a quelli “per inserire una foto devi commentarne 3 già presenti”. In altre parole non ho cercato visibilità o popolarità: ho sempre inserito le mie foto in gruppi tematici e ben frequentati e commentato solo le foto che mi interessavano realmente.
Detto questo, dall’alto della classifica di Explore ti rendi conto di alcune cose:

  • la maggior parte delle persone aggiunge la tua foto ai preferiti solo perché sei su Explore. La qualità della foto e l’originalità del soggetto non contano. Una sorta di popolarità che si morde la coda: più sei popolare e più diventi popolare;
  • molti utenti collezionano preferiti ma non hanno foto pubbliche;
  • gli utenti che arrivano da Explore si limitano a guardare la foto in questione, le altre foto non interessano. Io mi comporto in maniera diametralmente opposta e controllo tutto l’archivio dopo aver trovato una foto interessante (ci sei riuscito una volta a stupirmi, probabile che ci sia qualcos’altro di interessante);
  • per assurdo il fatto di essere presente in Explore non ha portato un numero di visite straordinario.

statistiche.png

Per chiudere in bellezza, vi assegno un compitino a casa: sostituire la parola “foto” con “blog”, “Explore” con “Blogbabel”, “preferiti” con “feed reader” e rileggere il post. Sounds familiar? 😛

Tag Technorati: ,

Eco-contributo RAEE

21 gennaio 2008

RAEE è l’acronimo di Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche:

Come previsto dalla nuova Legge appena entrata in vigore (Decreto 151 del 2005), una volta ritirati i tecno-rifiuti dai centri di raccolta (piazzole ecologiche), le aziende produttrici sono responsabili del loro corretto trattamento e smaltimento. A questo proposito, i Produttori nazionali e internazionali presenti in Italia hanno costituito degli appositi Sistemi Collettivi cui affidare il processo di recupero e riciclo.

In sostanza il produttore impone un contributo – non tassa, visto che lo stato non riceve nulla – di smaltimento per gli AEE e si impegna, attraverso appositi consorzi, alla gestione del rifiuto con modalità idonee.
Tale contributo può essere esposto separatamente (visible fee) oppure compreso nel prezzo finale: trascorso un primo periodo transitorio (2011 o 2013 a seconda della tipologia di AEE), l’Eco-contributo RAE verrà incluso nel prezzo.

Nota per i distributori e i rivenditori:

  • se il produttore opta per la visibilità dell’eco-contributo, questo dovrà essere visibile per tutta la filiera distributiva;
  • in caso contrario dovrà essere presente la dicitura “incluso Eco-contributo RAEE”.

Il consumatore, a fronte di un prezzo leggermente superiore, potrà acquistare un AEE e restituire il vecchio elettrodomestico senza preoccuparsi dello smaltimento. L’aumento va da 0,14€ per gli apparecchi di illuminazione a 16€ per frigoriferi e congelatori.

In realtà il regime transitorio (durata 120 giorni) è partito dal 1° settembre 2007, peccato che pochi ne parlino e la chiarezza in materia sia poca.
Il termine del periodo transitorio era il 1° gennaio 2008, ma il decreto “mille proroghe” (21 dicembre 2007) «sospende l’obbligo della distribuzione commerciale di ritirare il prodotto dismesso dal consumatore a fronte dell’acquisto di un nuovo prodotto». Altri 90 giorni di attesa, a meno di ulteriori proroghe: 60 giorni per la pubblicazione di un decreto semplificativo, 30 giorni perché l’obbligo di ritiro entri in vigore.

Nel frattempo, in una circolare del 24 dicembre inviata a tutti i negozi di una grande catena di franchising, leggo questa frase molto invitante 😕

in base alla normativa vigente, che deve essere evidentemente modificata/integrata, costituirebbe illecito per il negozio con rilievi penali, accettare, stoccare e trasportare i prodotti usati oggetto di normativa consegnati dagli utenti finali

Tag Technorati: ,

Il mirino luminoso della EOS 40D facilita notevolmente la messa a fuoco manuale rispetto alla 350D, ma il monitor LCD con il Live View (e lo zoom) è semplicemente impagabile 🙂

Firefox (wallpaper)

Eos 40D, Sigma 150mm ƒ2.8, cavalletto


New root

19 gennaio 2008

header.gif

Visto che sono bloccato in casa, malaticcio e con poca voglia di fare, ho deciso di dare una svolta alla root di questo dominio: fino a pochi giorni fa c’era una “pagina” con il claim di technorati e un redirect automatico verso il blog, da oggi c’è una nuova homepage con un minimo di senso.

Si tratta di un primo e parziale passo, con il tempo vedrò di integrare e sistemare questo esperimento. Per il momento si ringraziano kurai per l’idea di fondo,  SimplePie per il software, Humanized per i colori, Anobii per il badge, Lightbox per gli effetti sulle foto.

Tag Technorati: