Microsoft Expression Web

19 ottobre 2006

Oggi stavo dando un’occhiata al sito Microsoft.com (ok, lo ammetto, non è uno dei siti che visito abitualmente…) quando mi cade l’occhio sulla pubblicità centrale: Microsoft Expression Web beta 1.

In un primo momento penso che lo slogan sia uno dei sette segni dell’imminente Apocalisse: crea siti web standard usando i layout css. Microsoft e standard css nella stessa pagina? Con una certa preoccupazione accedo al sito dedicato e scopro che:

Expression Web is a professional design tool that helps you create and work with:

  • Standards-based Web sites
  • Sophisticated CSS-based layouts
  • Extensive CSS formatting and management
  • Rich data presentation
  • Powerful ASP.NET 2.0-based technology

Poi noti che hanno pure un blog per il team di sviluppo (a dire il vero non particolarmente attivo… solo 3 post in un mese abbondante); ovviamente ti aspetti che il blog sia coerentemente “standard-based”… Come no!! 158 errori nel validator html, parecchi errori e una vagonata di warning nel controllo dei css.

Forse l’Apocalisse non è ancora arrivata.


6 commenti/trackback a “Microsoft Expression Web”

  1. Andrea Paiola scrive:

    lol: classico di MS.
    Comunque dovrebbe veramente produrre codice standard.
    Io non ci crederò finchè non lo vedo.

    ciao,
    Andrea.

  2. Barbara scrive:

    Ne ho latto TANTISSIMO ( riviste di informatica) non si può dire che non gli abbiano fatto pubblicità, uno dei pochi software di cui ho prima letto su una rivista e poi avuto notizie online

  3. flod scrive:

    Io sono caduto letteralmente dal pero quando ho visto quella pubblicità

  4. prometeo scrive:

    Daniel Glazman (Composer, Nvu) ne dice cose egregie sul suo blog, rimanendo anche lui a bocca aperta per come è stata eliminata ogni traccia di FrontPage.

  5. dalco scrive:

    Forse il blog utilizza una piattaforma standard per tutti i blog microsoft, errori inclusi…

    Resta il fatto che i concorrenti fanno tutto ciò che fa ‘sto coso da ANNI…

    Se sarà a pagamento non vedo un futuro per questo programma (tranne chi lo utilizzerà solo perché è Certified-Bolled-Appointed-Gold + qualsiasialtraqualificainutileallamericana Microsoft).

    Se sarà gratuito invece è una cosa buona, perché forse ridurrà la dimensione degli orrori che certa gente (che a volte si definisce pure “professionista”) carica sul web…

  6. prometeo scrive:

    Tranquillo Michele, sarà di certo a pagamento. Chissà, magari faranno una versione base/light/home per sostituire il decrepito FP di Office…

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.