L’ultimo arrivato

26 settembre 2006

“Mithrandir”, nei prossimi giorni le foto 😉

imac20.png


11 commenti/trackback a “L’ultimo arrivato”

  1. maga scrive:

    hai preso allora l’iMac 20″? 🙂

  2. flod scrive:

    Esattamente 😉

  3. maga scrive:

    il mio prossimo investimento sarà l’iMac 24″ credo di farlo all’inizio del prossimo anno ma non ce la faccio ad aspettare 🙁
    ma si può installare xp64?

  4. flod scrive:

    Credo di sì ma non ho in previsione di farlo: insieme all’iMac 20″ ho acquistato anche Parallels, quasi sicuramente ci installerò Xp Pro normale (prevedo troppi casini con driver e plugin con la versione a 64bit).

  5. iacchi scrive:

    Già che sei a fare acquisti: perché non ti prendi anche un bel MacBook Pro (così fai gamma completa) e mi regali il PowerBook che hai ora, che mi serve un portatile? 😛

  6. Gioxx scrive:

    Hai più mele tu in casa che un frutteto frà! 😀

  7. flod scrive:

    @iacchi: Gandalf non si tocca, c’ha pure la batteria nuova 😀

  8. miki64 scrive:

    … a iacchi sì e a me niente aggratis?

  9. kOoLiNuS scrive:

    io sto informandomi su un PowerMac dual cpu …. che ne pensi ? vale la pena che mi sveni ?

  10. flod scrive:

    Stiamo parlando di PowerMac (PowerPC, dual G5) oppure di un MacPro (Intel, dual Xeon)? In caso di PowerMac val la pena acquistarlo solo con sconti moooolto consistenti 😉

    Io ci ho pensato parecchio prima di prendere l’iMac: tra le alternative c’era anche quella di attendere ed acquistare il MacPro.

    La mia personale conclusione è che il MacPro sia una bestia con una potenza eccessiva per la stragrande maggioranza degli utenti.

    Quando vale la pena acquistare un Mac Pro?

    • passi il 90% del tempo a fare rendering, compilazione o elaborazioni audio/video/grafica che sdraiano la CPU
    • hai bisogno di 4GB o più di ram
    • hai bisogno di una doppia scheda grafica
    • non hai problemi di budget 😛

    L’ideale sarebbe una via di mezzo tra l’iMac e un MacPro: un pc desktop senza monitor integrato, un solo processore (uno Xeon o un Conroe) e la possibilità di montare un paio di dischi SATA.
    In attesa di questo “MiniMac Pro” l’iMac è il compromesso migliore 😉

Trackback e pingback

  1. pseudotecnico:blog » Blog Archive » Problemi post update Mac Os X 10.4.9
    [...] aggiornamento di casa Apple ha creato un paio di piccoli problemi al mio iMac (anche se definirli problemi è…

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.