MacBook

16 maggio 2006

Apple ha finalmente reso disponibile il tanto atteso MacBook (senza Pro), il successore carrozzato Intel del modello iBook: il nuovo portatile della mela sfoggia uno schermo glossy da 13.3″, iSight, Apple Remote, processori Intel Core Duo e dischi SATA.
Su AppleStore la disponibilità è indicata in 3-5 giorni, segno che sono già state create ampie scorte di magazzino nelle scorse settimane.

La cosa assurda? Il modello nero è disponibile solo nella configurazione con processore a 2.0 Ghz con superdrive e costa 1519€, la bellezza di 200 euro in più rispetto al modello bianco!

La mia opinione è che sia troppo caro come portatile entry-level, e mi chiedo perché non sia stata realizzata una configurazione sotto i 1000 euro con processore Core Solo.

EDIT del 19 maggio: ora il MacBook nero ha un disco da 80GB contro i 60GB di quello bianco; nei giorni scorsi le caratteristiche dei due modelli, escludendo il colore, erano esattamente identiche.


Un commento/trackback a “MacBook”

  1. Mac Lover scrive:

    Il motivo del prezzo maggiore del macbook top di gamma rispetto agli altri due, non sta nel colore nero anzichè bianco, quanto nel trattamento “matte” del case che lo rende più resistente ai graffi rispetto al case lucido-plasticoso dei modelli bianchi. Al tatto il black dovrebbe risultare più simile a un macbook pro di alluminio, al contrari dei bianchi che dovrebberi invece essere simili all’ormai dismesso ibook.

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.