Firefox 4 beta 2

28 luglio 2010

È ufficialmente disponibile per il download Firefox 4 beta 2. A differenza della prima beta, questa nuova versione di Firefox è localizzata in 23 lingue, tra cui l’italiano.

Come già indicato in passato, l’installazione di versioni beta è consigliata ad utenti esperti: si tratta di versioni non definitive e non necessariamente stabili, per cui i crash e le perdite di dati sono eventi da non escludere. Per questo motivo abbiamo deciso di non confondere gli utenti alle prime armi inserendo un link nella sezione Download del sito di Mozilla Italia. Il nostro suggerimento è quello di utilizzare un profilo appositamente creato (vedi istruzioni) e solo estensioni espressamente compatibili con la nuova versione del software.

Per discutere delle nuove caratteristiche e dei problemi riscontrati con Firefox 4 beta abbiamo creato una sezione specifica sul nostro forum, affiancandola ai dati raccolti attraverso l’estensione Test Pilot. L’obiettivo è quello di raccogliere le impressioni degli utenti italiani in modo da poterlo trasmettere periodicamente agli sviluppatori Mozilla.

Ecco qualche spunto di discussione:

  1. Qual è la tua opinione in generale su questa versione?
  2. Le schede visualizzate in alto sono più semplici da utilizzare?
  3. Hai riscontrato problemi con siti di streaming video?
  4. Come funzionano i tuoi social network preferiti (ad es. Facebook) con questa beta?
  5. Ti sembra più veloce di Firefox 3.6?
  6. Il caricamento delle pagine risulta più rapido?
  7. La tua webmail preferita (ad es. Gmail, Yahoo Mail, ecc.) funziona correttamente? Il suo utilizzo è migliorato con la nuova beta?
  8. Hai provato dei giochi online sulla nuova beta? Come ti sono sembrati?
  9. Hai riscontrato problemi con siti di streaming musicale?
  10. Hai riscontrato problemi con la gestione delle schede?
  11. Hai riscontrato problemi con altri siti popolari in Italia?
  12. Qual è la caratteristica che preferisci in questa nuova beta?
  13. Qual è la caratteristica di questa versione che vorresti assolutamente cambiare?

Garmin nüvi 3760T

Prima di iniziare un ringraziamento a Garmin per avermi offerto la possibilità di provare questo nüvi 3760T praticamente in anteprima. Lo sto utilizzando da un paio di settimane nei miei spostamenti in automobile, per cui quella che segue è una rapida sintesi delle prime impressioni d’uso.

Da un lato la sempre maggiore diffusione di smartphone dotati di GPS (es. iPhone o Android), dall’altro la concorrenza interna tra produttori di GPS per automobili ha costretto le case a investire risorse in ricerca e sviluppo, per quanto riguarda il software ma anche per sul fronte design. La prima cosa che stupisce aprendo la confezione sono proprio il design e le dimensioni (spessore di 8,7mm): praticamente sembra di avere in mano un telefono cellulare.

Garmin nüvi 3760T

Una volta acceso, lo schermo non è da meno: risoluzione WVGA, accelerometro che permette di passare dalla modalità landscape a quella portrait, schermo da 4,3″ capacitivo e multitouch. Per chi fosse interessato, sul canale YouTube di Garmin UK sono disponibili alcuni filmati dell’interfaccia mentre sul sito Garmin italiano è disponibile una demo live (Silverlight, sigh…).

Come promesso, ecco una sintesi veloce dei pro:

  • dimensioni e design, apparente solidità dei materiali (“apparente” in quanto due settimane non bastano a verificare se la prima buona impressione corrisponda a realtà);
  • luminosità e dettaglio dello schermo, sensibilità del touch screen;
  • utilizzo di connettori standard USB (micro sul navigatore e mini sul supporto da attaccare al parabrezza);
  • software intuitivo;
  • visualizzazione della velocità istantanea sulla mappa (sorprendentemente precisa) e del limite di velocità della strada che si sta percorrendo. Toccando l’angolo in cui è visualizzata la velocità è disponibile una sorta di computer di bordo con statistiche sul percorso (km percorsi, velocità media, ecc.);
  • zoom della mappa quando si arriva in prossimità di una svolta.

Garmin nüvi 3760T

Ed ecco i contro rilevati finora:

  • mancanza di una custodia per riporre e proteggere il navigatore quando non è in uso;
  • pulsante di spegnimento/accensione (visibile in alto a destra nella foto qui sopra). Personalmente lo trovo piuttosto scomodo da utilizzare e avrei preferito un pulsante meno “incassato”. C’è anche da dire che il navigatore si accende e si spegne automaticamente quando è collegato all’alimentazione dell’auto, per cui alla fine lo si utilizza molto meno del previsto;
  • mancanza di un’uscita jack per le cuffie. Considerando le dimensioni del navigatore, è quasi automatico portarlo con sé in un percorso a piedi. Perché non prevedere un’uscita cuffie per evitare di annunciare al mondo il proprio percorso o essere costretti ad azzerare il volume?

Non ho ancora sfruttato il ricevitore FM per il traffico, integrato nel cavo di alimentazione, né l’accoppiamento bluetooth con il mio HTC Hero. Stando al sito Garmin non dovrebbe essere compatibile, sicuramente farò qualche prova nei prossimi giorni 😉


Wet

Canon EOS 40D, Canon 24-70mm ƒ2.8, mano libera

Rielaborazione di una fotografia scattata nel Bloedel Floral Conservatory, all’interno del Queen Elisabeth’s Park a Vancouver.

Tag Technorati: ,

Verso Firefox 4 beta 2

23 luglio 2010

Entro qualche giorno sarà disponibile per il download la versione beta 2 di Firefox 4. A differenza della prima beta, questa versione sarà localizzata in 26 lingue, tra cui l’italiano. Come già in parte anticipato in un post precedente, Firefox 4 segna un punto di svolta nella gestione del ciclo di prodotto:

  • le beta verranno rilasciate a distanza di 2-3 settimana l’una dall’altra. Se non ricordo male ho letto una previsione iniziale di 5 o 6 beta;
  • gli utenti potranno, attraverso l’estensione Test Pilot preinstallata, partecipare ad una serie di test e sondaggi sull’utilizzo del browser. La differenza rispetto al passato è che il target non sono solo gli utilizzatori del browser in lingua inglese ma anche gli utenti delle versioni localizzate. Lo scopo è evidentemente quello di allargare la base d’utenza delle versioni beta;
  • il feedback proveniente dalle comunità locali verrà raccolto da una persona (indovinate chi?) e trasmesso in forma sintetica direttamente a Mozilla. Per questo scopo verrà creata un’apposita sezione sul forum di Mozilla Italia (dettagli ancora da definire);
  • da un paio di giorni le comunità locali stanno provando la beta2 e riferendo i problemi riscontrati prima della distribuzione ufficiale.

Inutile nascondere che questa beta2 ha richiesto una quantità immane di risorse, quantomeno dal mio punto di vista. Se volete dare una mano, ricordatevi che siamo sempre alla ricerca di volontari, non solo per lavori di traduzione, QA o test ma anche semplicemente per rispondere sul forum 😉

Nel frattempo sono pure riuscito a realizzare la mia prima patch per mozilla-central (visto che nessuno chiudeva il bug, me lo sono chiuso da solo) 🙂

Tag Technorati:

Come probabilmente già saprete, nei giorni scorsi l’applicazione Firefox Home per iPhone è stata ufficialmente accettata nell’AppStore di Apple. Per celebrare questo successo, Creative Collective ha deciso di indire un concorso per disegnare una skin per iPhone (per chi non sapesse di cosa si tratta, sono adesivi rimovibili applicati ad entrambi i lati del telefono per personalizzarlo) sull’argomento Home is Where the Phone is.

Il concetto alla base del design è che Firefox Home ti offre accesso immediato alla tua parte preferita del Web e puoi finalmente portare con te, sul tuo telefono, la “tua casa”. Ecco alcuni temi su cui focalizzarsi:

  • Alzati e vai. Ricominciare da dove ti eri fermato con Firefox non è mai stato così facile.
  • Casa dolce casa. Accesso alla tua parte preferita del Web, in ogni momento e in ogni luogo.
  • Non iniziare da zero. Goditi il vantaggio di sfruttare la cronologia del tuo Firefox.
  • Il piacere del tuo Web. I tuoi dati personali sono al sicuro e sempre con te.

Sfrutta al massimo la tua creatività e non prendere i temi troppo alla lettera. Il team Mozilla sceglierà i 5 migliori design, poi sarà la comunità a votare il vincitore.

La scadenza del concorso è fissata per il 15 agosto, ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina dedicata al concorso su Creative Collective.


Memoria corta?

16 luglio 2010

Certe volte mi stupisco di quanto sia corta la memoria della rete. Quello che sta succedendo oggi pare la fotocopia di quello che succedeva tre anni fa.