Il futuro di LLOOGG

22 gennaio 2009

Se, come il sottoscritto, siete stati per mesi utenti soddisfatti di LLOOGG, vi consiglio di leggere questa pagina dove si discute del futuro del servizio (e dei problemi tecnici avuti nell’ultimo periodo)

Siamo ad un bivio: dovremmo chiuderlo o trovare un modello alternativo, ma l’idea di una chiusura non ci piace perche’ io e Fabio siamo i primi utenti di LLOOGG, perche’ dovremmo fare a meno di questo servizio?

La soluzione e’ quella di far diventare il servizio a pagamento. Domani ci incontreremo su Skype e decideremo il prezzo, compreremo i server, e inizieremo ad installare il tutto. Nel mentre stileremo anche un piano di sviluppi perche’ il servizio deve anche, seppure in maniera lenta e “conservativa”, evolversi.

Siete disposti a pagare per LLOOGG? Paradossalmente la mia risposta è no: se la domanda fosse arrivata un mese fa avrei risposto «sì» senza grossi tentennamenti, ma qualche settimana di down mi ha fatto capire che, in realtà, quel servizio non mi serve e occupa del tempo che potrebbe essere sfruttato in modo migliore.

Probabilmente si potevano cercare soluzioni alternative: evitare di arrivare al collasso del server, ad esempio bloccando gli inviti, oppure affiancare al piano gratuito un servizio a pagamento con più funzioni (vedi Flickr), ma fare i conti con il tempo e i soldi degli altri è sempre molto facile.

Che dire, in bocca al lupo per il futuro e che gli utenti di LLOOGG siano numerosi 😉

Tag Technorati:

15 commenti/trackback a “Il futuro di LLOOGG”

  1. iacchi scrive:

    C’è sempre la funzione “spia” di statpress (plug-in interessante, anche se l’ho installato da poco). Non ho ben capito che fa lloogg, ma la funzione spia ti dice l’ip, il sistema operativo, il browser, l’ora, la pagina visitata e (se c’è) il referrer delle ultime tot visite. Così ti puoi rendere conto cosa sta facendo o ha fatto l’utente da quando è arrivato sul tuo blog.

  2. flod scrive:

    LLOOGG è costituito da un’unica schermata in cui vedi:
    * i dati dei visitatori che sono in quel momento nel sito (e una breve history, volendo)
    * da dove sono arrivati i visitatori (referrer, eventuali termini di ricerca)
    * una classifica dei browser e dei referrer

    In pratica è una specie di statistica in tempo reale dell’attività del sito.

  3. Engelium scrive:

    Allora ecco a cosa era dovuto… francamente nemmeno io sarei disposto a pagare per LLOOGG … l’ho adorato per carità ma non è uno di quei servizi indispensabili

    Appena possibile vorrei invece provare Woopra

  4. Andrea Romagnoli scrive:

    Lo dico un po’ ovunque, ma mi piace ripetermi :mrgreen:

    Se c’è già Analytics o un altro sistema di statistiche, perché rallentare ulteriormente il caricamento delle pagine con un altro javascript? 😉

  5. iacchi scrive:

    PT: dai un’occhiata qui. Purtroppo i miei visitatori vedono una pagina o due e poi se ne vanno quindi non rende l’idea. Prima c’era un esempio più significativo, ma è sceso giù.

    Comunque il plug-in è statpress reloaded, lo statpress originale non è più sviluppato da un po’ di tempo.

  6. Emanuele scrive:

    Anch’io lo reputo un servizio accessorio non fondamentale. Era carino, ma se devo spender soldi, preferisco pagare per qualcos’altro di più utile. Peccato…
    Ciao,
    Emanuele

  7. flod scrive:

    @iacchi

    Più o meno sembrerebbe simile, ma l’idea di installare un plugin in WordPress per fare statistiche non mi ha mai convinto 😛

  8. xlthlx scrive:

    Invece, come ho già detto sul mio blog, io sarei disposta a pagare. Questo perché ho un blog con poco traffico, Analytics non lo uso e non mi piace (mi sono pure disiscritta), uso Statpress già da un po’ ma Lloogg è molto più immediato, tanto che su altri siti che non sono il mio blog avevo preferito usare quello che non altro.
    Sono opinioni, e non voglio con questo dare contro a nessuno intendiamoci: ognuno fa ciò che ritiene meglio per sé 😉

  9. ...lord Alessandro Zarcone scrive:

    ieri sera ho appunto editato il footer del blog e cancellato lo script… ciao lloogg

  10. markingegno scrive:

    No, mi spiace neppure io sarei disposto a pagare. Servizio simpatico e utile, ma non indispensabile a mio avviso.

  11. Napolux scrive:

    Altra vittima della mancanza di business plan seri e/o ragionati…

    Ne vedremo altre nei prossimi mesi IMHO.

    Non puoi lanciare un prodotto, fidelizzare un tot di utenti e poi sperare che arrivi un venture o il google di turno a salvarti il sedere 🙂

  12. Paolo Gatti scrive:

    Perfettamente d’accordo con te.. fino a qualche settimana fa sembrava che non ne potessi fare a meno.. ora non lo pagherei assolutamente!

  13. Lorenzo Raffio scrive:

    Ragazzi da quello che so io è previsto un account PRO, a pagamento, che offrirà maggiori informazioni.
    L’account free rimarrà comunque attivo ed attivabile!! 🙂

Trackback e pingback

  1. Best of Week #4 | Gioxx's Wall
    [...] Il futuro di LLOOGG [...]
  2. Il meglio della settimana - 95 | Napolux.com
    [...] Cara agenzia di PR Wordpress Planet in italiano Le scuderie dei blogger Perché mi piace facebook Il futuro di…

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.