Il futuro di Thunderbird

27 luglio 2007

thunderbird_grippe.jpg

Che Thunderbird sia meno considerato di Firefox in casa Mozilla è una cosa che vado ripetendo da anni (di solito lo chiamo “il figlio della serva”). Detto questo non si capisce perché stracciarsi le vesti dopo la proposta di Mitchell Baker: Thunderbird avrebbe solo da guadagnare da una gestione autonoma, meglio se supportata dal punto di vista finanziario dalla fondazione Mozilla.

Se poi mi ritrovo a leggere ‘ste cose con titolo ad effetto, per di più scritte da una persona che stimo e apprezzo, mi viene il dubbio che sia il caldo a stimolare l’inconsapevole voglia di troll

Il client di posta nato come alternativa ad Outlook Express non è attualmente nelle priorità della fondazione, attualmente focalizzata nel solo browser, cosa che ormai tutti hanno notato vista le poche novità (ma soprattutto la poca stabilità) della versione 2.0.

Fullo, giusto per curiosita: lo stai usando Thunderbird? Se c’è una cosa che non è mai andata in crash sui miei pc (e sui miei Mac) è proprio Thunderbird, peraltro con un profilo principale (qualche GB di posta sul groppone) che sopravvive dalla versione 0.5 ed è passato attraverso Linux e due versioni di Windows.

Poi dovremmo discutere anche sull’etichetta “nato come alternativa ad Outlook Express” affibbiata ad un prodotto multipiattaforma (Linux, Mac, Windows) fin dalla versione 0.1

Resta il fatto che Mozilla sta perdendo sempre più estimatori nel mondo OSS, tant’è che i progetti per passare da Gecko a WebKit sono sempre di più…

Vero: Gecko è brutto e cattivo, consuma RAM e CPU peggio di una tenia digitale, non si lava ed è pure antipatico.

Non so, ho l’impressione che il mondo Open Source sia ogni giorno più predisposto all’autoerotismo cerebrale.

Tag Technorati: , ,

22 commenti/trackback a “Il futuro di Thunderbird”

  1. Karim Gorjux scrive:

    Perché su Mac dovrei usare Thunderbird al posto di Apple Mail? (Curiosità)

  2. flod scrive:

    Io uso Thunderbird per il semplice motivo che posso usarlo tranquillamente anche su Windows/Linux e, in caso di necessità, spostare tutto senza grossi problemi.

    Se domani decidi di abbandonare Mac, cosa fai? Sai già a cosa passare e come farlo?

    Mail non posso giudicarlo, non avendolo mai usato: mi dicono che il filtro antispam sia inferiore rispetto a quello di Thunderbird, dalla sua ha sicuramente l’integrazione con l’OS (rubrica e spotlight su tutti).

  3. Alberto scrive:

    Hai perfettamente ragione, uso thunderbird anche io dalla 0.5 e non mi è mai crashato!
    W thunderbird e abbasso quella schifezza di outlook

  4. Underpass scrive:

    Sottoscrivo in pieno quanto detto in questo post: Thunderbird è stabilissimo, tanto su Windows quanto su Linux.

    L’unico rimprovero che posso muovere: trovo che manchino alcune feature, anche se spesso possono essere integrate sotto forma di estensioni.

    A questo punto, se accadrà per Thunderbird quanto già è accaduto per SeaMonkey (ex Mozilla Suite), potrebbe tutto sommato essere una cosa molto positiva.

    Ciao 🙂

  5. greenkey scrive:

    E vabbè… sui blog come ossblog si cerca sempre la discussione, si stanno avvicinando al giornalismo sensazionalistico, invece di fare informazione si cerca di trolleggiare o favorire il troll.

    Per stare in tema: ognuno sano di mente si renderebbe conto che non ha senso investire tempo e denaro in un progetto che usano in pochi, rispetto a FF.

  6. Tambu scrive:

    uh oh! pensavo che l’open source fosse bello perché la gente CI CREDE e sviluppa cose che usano le nicchie, non per fare i soldi a palate promuovendo solo quel che va di moda 😉

  7. Davide scrive:

    Io nel frattempo continuo a non capire perchè Firefox e Thunderbird debbano essere considerati alternative a IE/Outlook.Bah…

    Comunque, uso da *sempre* Thunderbird, in versione 1.5 e/o 2.0, mai avuto un problema, sono sempre riuscito a configurare tutto senza la minima difficoltà, e non credo che la Mozilla lo stia trascurando per Firefox.

    Come dice Underpass, se manca qualche funzionalità, esistono le estensioni, per cui credo che sia uno dei client mail più completi e allo stess tempo performanti.

  8. Philip J. Fry scrive:

    Confermo e quoto in tutto, Thunderbird non mi è MAI crashato, anzi, è stabilissimo, a differenza di alcune volte con Firefox…è l’esatto contrario!

  9. Zobbi scrive:

    Il problema di fondo di molte comunità open source è che non fanno altro che farsi la guerra, che thunderbird si un programma eccezionale è assolutamente vero e purtroppo è e sarà l’alternativa ad outlook poichè lo reputo uno dei pochissimi software microsoft ben realizzati, mentre firefox è 1000 volte superiore a ie e non è “un’alternativa” poi io uso ubuntu quindi nemmeno me lo creo il problema di non usare thunderbird o FF xD

  10. Felter Roberto scrive:

    io ho solo notato un aumento spropositato di memoria occupata nel passaggio dalla versione 1.5 alla 2.0.
    Dopo circa un minuto che ho lanciato thunderbird inizia a lavorare impegnando in pratica più di mezzo giga (dato memoria utilizzata del task manager)che non si libera sino a quando non chiudo il programma.( in realtà anche li passa quasi un minuto prima che il programma sparisca dai processi attivi e la memoria utilizzata torni alla normalità).
    Le mie mail non sono certo spropositate e comunque la versione 1.5 non dava lo stesso problema.
    Se tralascio questo il programma mi ha sempre soddisfatto.

  11. Fabrizio scrive:

    Adoro Thunderbird e onestamente non mi ha mai dato problemi di stabilità, anzi! E lo uso tranquillamente su Win e Linux con condivisione della posta.

  12. flod scrive:

    @Felter: è totalmente anormale che ti occupi quella quantità di memoria all’avvio.

    Giusto per curiosità: quanti messaggi hai nella posta in arrivo (quella visualizzata quando lo apri)? Che dimensioni ha la cartella del profilo?

  13. greenkey scrive:

    @Tambu
    non è una questione di soldi, secondo me semplicemente c’è più gente interessata a metterci del proprio in FF rispetto a TB… non so se mi spiego…

    Che poi io non ho nulla da dire contro TB, anzi, l’ho usato per un bel po’ di tempo e mi sono trovato benissimo… fino a quando non mi sono fatto un account su GMail…
    Francamente visto che mi divido la vita tra casa e lavoro mi risulta comodo avere la posta in un punto solo (anche con il rischio che qualche dipendente di Google mi spii).

    Tornando a TB, ritengo semplicemente che ci si sforza meno a svilupparlo perchè c’è meno gente interessata a farlo.
    Secondo me.

  14. Felter Roberto scrive:

    Ciao. Sinceramente era un problema a cui non avevo, sino ad ora, dedicato molta attenzione.
    I messaggi nei due profili sono poco più di una decina perchè, oltre ai filtri che mi spostano i msg a seconda di alcuni criteri, ho messo un filtro archivio che mi sposta in una cartella i messaggi più vecchi di 15 giorni.
    Ora che ho dato una occhiata più attenta mi sono reso conto che probabilmente il problema è dovuto ai newsgroup a cui sono registrato. In effetti la configurazione è “non cancellare alcun msg” e “controlla nuovi msg ogni 1 minuto” ma non è settato “controlla nuovi msg all’avvio”. Ecco perchè il tutto si appesantisce dopo un minuto. Probabilmente nel passaggio alla versione 2.0 non sono rimasti alcuni parametri di configurazione della 1.5 perchè allora il problema non c’era.

  15. fullo scrive:

    leggo solo ora questo tuo post, quindi scusa se rispondo in ritardo.

    Uso thunderbird su macchine Windows da quando ho abbandonato Eudora (diciamo stabilmente dalla 0.7, prima testavo e basta). E devo dire che la stabilità del prodotto è peggiorata dalla versione 1.x alla 2 notevolmente. Soprattutto sul supporto IMAP di cartelle con grosse, leggi GB, dimensioni.

    Fai conto che su evolution gestisco qualcosa come 7Gb di posta (di cui 4 in una sola directory imap), non pretendo che Tb su winz non abbia neanche un problema ma neanche che mi schiatti o freezi per qualche minuto ad ogni ricerca troppo generica (installazione “vanilla”, niente plugins).

    Oltre a questo l’utilizzo di risorse di Tb è aumentato notevolmente, imho cosa ingiustificata viste le poche vere novità introdotte.

    Per quanto riguarda OSS, titolo a parte (che tra l’altro non vuole essere provocatorio), ho espresso il MIO parere sul client di posta che potrebbe/dovrebbe sicuramente migliorare cercando di riprendere quello che girava su planet-php.

    Se leggi il mio blog privato avrai visto che sono anni che cerco “IL” client di posta, e quindi sono molto (ma molto) critico sull’argomento.

    Sempre IMHO spero che un eventuale scissione del progetto non ne pregiudichi il futuro anche perchè di alternative altrettanto valide (sulla carta e nelle potenzialità) non ce ne sono, e fa incazzare su windows non avere un client di posta con capacità PIM decenti integrate…

    Ancora, webkit lo odio cordialmente (visti alcuni comportamenti strani e impredicibili con js, ma pare che verranno corretti) ma non per questo non lo reputo un render HTML molto + efficiente di gecko, che sta diventando sempre più pesante. E dire che un tempo l’accoppiata Gecko+Firebird/Phoenix/Firefox doveva rappresentare il “client leggero” della foundation…

    Foundation che risponde picche a tutte le richieste di collaborazione/integrazione. Secondo te perchè Epiphany è migrato a Webkit? Per moda? O per mancanza di collaborazione da parte della foundation con gli sviluppatori Gnome?

    Infine, non mi sono mai reputato e mai mi reputerò uno zealota OSS, al max mi reputo un “pragmatico bastardo” &tm; . Se un prodotto che uso peggiora lo critico ed eventualemente lo cambio con uno che nel frattempo è migliorato e che prima criticavo, il tutto restando (quando possibile) nel mondo OSS.

    ciuaz

  16. flod scrive:

    … cercando di riprendere quello che girava su planet-php.

    Non ho capito… 😕

  17. fullo scrive:

    su planet php c’erano aggregati 4 post riguardanti tb e bene o male ho ripreso quello che dicevano tutti.

  18. RNiK scrive:

    Io quoto quanto scritto da PT.

    Capisco che l’esperienza di Fullo (particolare per altro visto l’utilizzo di IMAP su cartelle tanto grandi) con TB non sia stata soddisfacente, ma comunque questo non giustifica il titolo del post assolutamente falso e fuorviante.

  19. fullo scrive:

    il titolo del post è “Thunderbird abbandonerà Mozilla?” è una *domanda* scaturita leggendo i post su planet. Non è fuorviante perchè non da nulla per scontato ed inoltre se leggete i titoli dei post “UFFICIALI” usciti da planet-mozilla sono ancora più espliciti:

    “Finding a New Home For Thunderbird” ed email futures.

    Prima di criticare vi prego di leggere bene le fonti, il mio post e di dirmi cosa trovate di inesatto (MIE riflessioni/esperienze su TB a parte).

    Onestamente non mi preoccupo di divergenze di vedute, sono normali ed all’ordine del giorno ed aiutano a comprendersi meglio. Ma mi fa imbestialire che qualcuno mi dia del “falso” e del “provocatore”.

    Se avessi voluto essere fuorviante, critico e cattivo avrei potuto intitolare il tutto “Mozilla non guadagna abbastanza da TB, se ne sbarazza e migra su gmail.. che tanto chi paga è sempre google.” Ecco.. questo si che è fuorviante! ;P

    E con questo chiudo.

  20. flod scrive:

    @Fullo: gli articoli di Baker sul futuro di Thunderbird li ho letti e li sto leggendo, il titolo “Thunderbird abbandonerà Mozilla?” è una tua libera (e IMO sbagliata) deduzione.

    Sinceramente non vedo il nesso tra “Trovare una nuova casa per Thunderbird”, “Il futuro dell’e-mail” e “Mozilla abbandonerà Thunderbird?” 😉

  21. RNiK scrive:

    Quando scrivo “il titolo del post assolutamente falso e fuorviante” NON intendo
    “quanto scritto da Fullo/Fullo stesso è falso e fuorviante”. Anzi, Fullo rimane uno dei miei blogger preferiti.

    Comunque, rimango della mia idea: il titolo è falso e fuorviante perché MAI la Mozilla Foundation/Corporation ha anche solo accennato all’abbandono di Thunderbird. Inoltre, gli ultimi post di Mitchell Baker e David Ascher mi sembra abbiano fatto completa luce sull’argomento.

Trackback e pingback

  1. pseudotecnico:blog » David Ascher, Mozilla e una nuova società per Thunderbird
    [...] vengono messi a tacere i dubbi sul futuro (e sul possibile abbandono) di Thunderbird. Direttamente dal blog di Mitchell…

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.