Di padri e blogger

8 febbraio 2008

Sarà che ho difficoltà di relazione con soggetti bipedi in età prepubere, ma un blogger che segnala il blog della propria prole, o un blogger che segnala il blog della prole dell’amico blogger, mi ricordano tanto quei genitori che smaniavano per fare gli accompagnatori della squadra di calcio dei pulcini.

Mio padre non mi ha mai accompagnato a una partita, per fortuna.

P.S: aggiornate Firefox, è uscita la versione 2.0.0.12 😉

Tag Technorati:

6 commenti/trackback a “Di padri e blogger”

  1. theo scrive:

    Non è semplicemente segnalare un altro blogger? Se segnalo il sorellame che è fuori dall’età prepubere da ehm… un tot di anni va bene e una bimba no?

  2. flod scrive:

    Non è semplicemente segnalare un altro blogger?

    Secondo me no, ma evidentemente è un mio limite 😉

  3. flod scrive:

    P.S. Peraltro manco mi ero accorto di aver letto la segnalazione nel tuo blog

  4. Surreale scrive:

    Io sono giovane come… come… come… oh, cribbio, al diavolo, non fossi presa a strapparmi le sopracciglia bianche ve ne direi due io… screanzati!
    🙂
    Secondo me dipende, ovvio che quando qualcuno a cui si vuole bene apre un blog ci si sente , per così dire, orgogliosi e lo si annuncia agli altri. Il problema è quando il modo di farlo diventa un’imposizione per gli altri a commentare, linkare ecc.
    Io sfrutto le parrucche del Jtheo per fare ingressi, ma chi mi può criticare per questo? :*

  5. flod scrive:

    @Surreale

    Io sono innocente, la colpa è tutta di Teo che ha tirato in ballo sorelle, età e compagnia bella 😀

    P.S. peraltro lui non segnala adeguatamente il sorellame, quindi andrebbe redarguito in proposito 😉

  6. Surreale scrive:

    Hai ragione, pardon, sono affari di famiglia!
    Adesso appena becco Jtheo son botte che si sprecano!
    :*

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.