Beppe Grillo e Linux?

4 gennaio 2006

Sono l’unico a riconoscere Windows Xp con il tema standard nel video “I nostri dipendenti” di Beppe Grillo? Ma non era lui quello che aveva installato Linux?

L’alternativa è rappresentata dall’ open source, programmi resi disponibili gratuitamente in rete, uno di questi si chiama Linux, usatelo al posto di Windows, come ho deciso di fare anch’io.

Detto questo, ho dei seri dubbi sull’utilità di usare un blog in quel modo: come è possibile districarsi tra 1000 o 2000 commenti in un singolo post? Se vuoi essere democratico (nonostante molti si siano lamentati di essere stati censurati), apri un forum 😉


12 commenti/trackback a “Beppe Grillo e Linux?”

  1. Igor scrive:

    Concordo in pieno.
    Ottima osservazione!
    Saluti Igor

  2. Giovy scrive:

    ROTFL! Però, che occhio…
    Io il video in questione non l’ho neanche visto, hai un link? 😉

  3. flod scrive:

    @Giovy: http://www.beppegrillo.it/dipendenti_governo.3gp
    Nota: ci vuole un po’ di fantasia per vederci XP 😉

  4. miki64 scrive:

    Complimenti per la vista d’aquila.
    Ma non eri una talpa, pseudotecnico?

  5. Rudy scrive:

    Non potrebbe essere un tema Windows-like sotto Linux?

  6. flod scrive:

    @Rudy: la mia è solo un’ipotesi, vista la risoluzione bassissima del video; mi pare di vedere una striscia blu sia sopra che sotto, con rispettivamente un pulsante verde di start e pulsante rosso di chiusura in alto a destra. Non intravedo traccia di Dock in stile KDE o pezzi di Gnome.

    Come detto, si tratta solo di una mia impressione, probabilmente dovuta al fatto che ultimamente non ho una grossa opinione di Grillo 😉

  7. davidonzo scrive:

    In effetti sembra win impostazioni standard…

    Sinceramente concordo con il fatto che il blog di Grillo ormai è troppo incasinato.

    Un blog è bello per i commenti, e non ci si ragiona con 1000 commenti per articolo dove spesso gli utenti si rispondono fra di loro…
    Approvo grillo in molte cose, ma, come spesso dice lui, se fai una cosa devi saperla fare. E gestire un blog lui non lo sa fare…

  8. Stefano Gambini scrive:

    Mi sembra un poco precipitosa l’affermazione che Beppe Grillo non sappia gestire un blog. Egli ha iniziato da poco e non si aspettava sicuramente un successo così strepitoso!
    Col tempo si potrà vedere ma adesso non mi sembra giusto tranciare un giudizio così netto.
    Le opinioni su Beppe Grillo possono essere e sono le più varie ma che egli sopperisca ad una mancanza d’informazione nel nostro paese è fuor di dubbio.
    Paghiamo il canone RAI o la pubblicità, che lievita i costi dei prodotti a dismisura, per vedere una TV per la maggio parte spazzatura, per guardare telegiornali che tra un pannolino e una bibita, un sedere o una faccia (che spesso non sono distinguibili) fanno solo propaganda, e poi per vedere gli spettacoli della Guzzanti, di Luttazzi, di Beppe Grillo ecc. bisogna assolutamente comprarli perchè non è loro concesso di andare nelle reti nazionali, pubbliche o private. Anche un blog imperfetto, ma perfezionabile, è una manna dal cielo per noi tutti.
    Cordiali saluti.

  9. flod scrive:

    Ripeto: il blog non è la forma adatta se si hanno 2000 commenti ad ogni post (che spesso nulla c’entrano con l’argomento). Ovviamente si tratta di una opinione personale.

  10. Stefano Gambini scrive:

    Le opinioni sono sacrosante e come si ha il diritto di averle e difenderle si ha pure il dovere di sottoporle ad una sana autocritica. Socrate insegna!
    Le critiche vanno bene ma è necessario proporre anche soluzioni alternative e cercare di migliorarle, se possibile, sempre. Nessuno, e certo neppure Grillo, pensa di aver la verità in tasca, di essere infallibile e di non dover imparare cose nuove. Per esempio, mi risulta che egli abbia già detto che il nuovo spettacolo sarà sottotitolato per i sordi, e dico io anche per chi sente bene ma talvolta può aver dubbi su quanto ascoltato.
    Ritengo comunque importante che esista questa voce fuori dal coro degli adulatori dei potenti. Con tutti i suoi limiti è una vera manna dal cielo!
    D’altra parte come dice la canzone: “qualunque cosa fai ti tirano le pietre”.
    A lui ogni tanto qualcuno le tira davvero e a suon di miliardi!!!

  11. flod scrive:

    Grazie per la filippica, ma stavamo discutendo se il blog sia uno strumento adatto per gestire 2000 commenti a post; io ti rispondo semplicemente di no!

    La prima alternativa che mi viene in mente è quella di un forum; qual è il problema? Servirebbero dei moderatori, la censura sarebbe ben più difficile e parzialmente alla luce del sole, ma soprattutto la community inizierebbe a vivere di vita propria e non pendere dalle labbra di Grillo.

    Il blog non è uno strumento democratico, sicuramente lo è meno di un forum.

  12. Stefano Gambini scrive:

    Io non sono un tecnico e non mi intendo molto di computer. Mi sono affacciato da pochissimo su un blog e certo potranno emergere nel tempo alcuni limiti precisi di questo strumento di comunicazione. Il fatto che non sia di per sé democratico però non lo condivido, molto dipende da come sarà utilizzato e gestito.
    Non credo che Grillo intenda imporre verità assolute.
    Un esempio. Ieri sua Maestà Berlusconi da Vespa(siano) ha dichiarato che quelli della Sinistra sono pronti ad affermare come buono un principio solo se le circostanze lo rendono tale, mentre Egli sa valutare perfettamente quando una cosa è buona, o non lo è, e resta fedele al suo giudizio accada quel che accada. Ciò è palesemente un inganno! Nulla è “buono” o “non buono” in assoluto, e questo perché tali categorie si possono applicare in momenti diversi su cose molto differenti. Banale? Si certo è lapalissiano, quante volte però lo dimentichiamo!
    Grillo sa benissimo ciò e con quello che afferma ci invita a stare all’erta, ma non pretende di elargire verità immutabili, di fede, anche se talvolta scherza in tal senso, come quando si scuote per benedire i presenti col proprio sudore.
    Capisco comunque quello che vuol dire e non penso che Grillo non troverà soluzioni efficaci. Vedremo. Per ora mi gusto quello che ci regala rischiando molto!
    Tanti cordiali saluti, un amico.

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.