l20n

30 giugno 2013

l20n, per chi si aggira nel mondo della localizzazione Mozilla da qualche anno e ha frequentato un po’ di MozCamp, è un po’ come il Santo Graal.

L20n reinvents software localization. Users should be able to benefit from the entire expressive power of a natural language. L20n keeps simple things simple, and at the same time makes complex things possible.

Se ne parla da anni ma non si è mai visto nulla di concreto, forse il 2013 sarà finalmente l’anno della svolta. Vi lascio qualche link per capire meglio di che cosa si tratti:

Se vi occupate di localizzazione, dategli un’occhiata 😉


2 commenti/trackback a “l20n”

  1. iacchi scrive:

    Era l’ora che l20n uscisse dall’incubatore! Spero proprio che lo vedremo presto in azione non solo nei prodotti Mozilla.

  2. miki64 scrive:

    Io mi sono sempre chiesto che cosa aspettano a facilitare le cose epr chi volesse liberamente tradurre, ad esempio, le estensioni.
    Forse sempifico troppo io le cose, ma se è (relativamente) semplice tradurre le pagine di SUMO, ad esempio, non vedo perché Mozilla non crei un programma che “spacchetta” le estensioni / presenta le stringhe da tradurre / inserisce i relativi campi per la localizzazione / e infine reimpacchetta l’estensione.
    Troppo difficile da creare un programmino del genere multipiattaforma?
    Mah, per me gli autori sarebbero ultrafelici di avere la loro estensione in più lingue, magari il Forum che si occupa di queste traduzioni in questa maniera potrebbe pure avere più materiale a disposizione per il QA delel estensioni.
    Boh, forse mi sbaglio io, probabile…

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.