5 minuti con Vista

20 luglio 2006

Ieri ho ricevuto il DVD con la beta2 di Windows Vista e ne ho approfittato per provare l’installazione sul muletto: nella fattispecie il muletto è un pc assemblato nella primavera 2005, un Pentium4 3.0Ghz con 1GB di Ram e due hard disk SATA da 160GB.

L’installazione è andata a buon fine (circa 35 minuti), ma il riavvio non è stato dei migliori: dopo vari tentativi e riavvi in safe-mode, sono stato costretto ad utilizzare la connessione DVI visto che la connessione VGA mandava il monitor fuori range.

Tralasciando l’interfaccia ampiamente modificata, cosa salta subito all’occhio? Il consumo spropositato di RAM! In questo momento ho aperto solo Firefox e mi ritrovo con 543MB di RAM occupate.

Ecco qualche screenshot 😉

desktop_vista.JPG

prestazioni.JPG

menu.JPG

risorsepc.JPG


10 commenti/trackback a “5 minuti con Vista”

  1. M@htte0 scrive:

    Mah. Secondo me è davvero giunta l’ora che passi a GNU/Linux. Qualcuno mi sa indicare dove trovare un router/modem/switch ADSL a ottimo mercato? Wi-fi

  2. flod scrive:

    Prova a fare un giro nei vari supermercati dell’elettronica (Expert, MediaWorld, Saturn, ecc. ecc.), spesso ci sono in offerta router adsl+wi-fi a prezzi ottimi (in alcuni casi inferiori a quelli praticati dai fornitori all’ingrosso!).

    Il consiglio è comunque di non risparmiare troppo e rimanere su marche conosciute (d-link, 3com e simili) e di prendere un router con uno switch 4 porte integrato 😉

  3. M@htte0 scrive:

    Grazie del consiglio, quello sullo switch, me lo immaginavo comunque. Aspetterò qualche offertona dai supermercati dell’elettronica. Se ripenso a quando me ne sono fatto scappare uno da 50€!

  4. dalco scrive:

    Ti consiglio un Netgear: costano poco, la qualità dell’hardware è sufficiente per gli utilizzi normali e il firmware è completissimo (DMZ, firewall completamente personalizzabile, possibilità di interfacciamento automatizzato con dyndns.com, fa lui stesso da server VPN per la rete, già pronto per ADSL2 e, che non guasta, molto ben documentato). Questo modello lo trovi in qualunque supermercato a prezzi stracciatissimi: http://www.netgear.it/prodotti/prodotti.php?prod=DG834GT

    Al contrario del DLink non richiede il reboot a ogni modifica delle impostazioni e ha una maggior stabilità: riesco a fare anche alcuni mesi di connessione continua senza intoppi, mentre il dlink tende a impallarsi volentieri (soprattutto con i software di condivisione…).

    Una buona alternativa è un Lynksys (marchio entrylevel della Cisco), ma il firmware standard non ha la flessibilità del NetGear. C’è però la possibilità di caricarci una distro linux creata ad hoc per i linksys, dandoti quindi possibilità illimitate…

    Scegli pure, ma evita, come consigliato dallo pseudotecnico, di acquistare un router che nessuno abbia provato: la mia ultima esperienza negativa l’ho avuta con Digicom, acquistato da un cliente tre mesi fa, che non supporta le connessioni WPA, ma solo WEP… assolutamente da evitare se non vuoi che il tuo vicino si diverta con la tua rete! 5-10 euro di risparmio non valgono la candela!

  5. MadHD scrive:

    dalco: Dov’è che posso trovare quei firmware non standard per i Linksys? In particolare mi interessava qualcosa per gli ag241.
    Grazie.

  6. flod scrive:

    Cercando “distro linux linksys” su Google si trovano molti risultati, ma fanno tutti riferimento ad altri modelli linksys (es. WRT54G)

  7. Andrea Paiola scrive:

    Col Netgear mi trovo davvero bene 😀

  8. miki64 scrive:

    Mi ha colpito molto questa frase di dalco:

    e ha una maggior stabilità: riesco a fare anche alcuni mesi di connessione continua senza intoppi, mentre il dlink tende a impallarsi volentieri (soprattutto con i software di condivisione…).

    Infatti, parecchie volte il mio modem-router (Olidata) non so perché ma non mi si connette più, e neppure dalla barra degli indirizzi di Firefox riesco a digitare http://192.168.1.1!
    E’ come se non avessi il router collegato alla mia scheda di rete!
    Dopo un bel po’ di tempo a riposo (stacco l’alimentazione perché il modem non è in luogo ventilato), di controlli tipo riattacco/stacco cavetti, preghiere varie e riavvii di XP riesco finalmente a connettermi.
    E non ho neppure un software peer-to-peer… ma perché è così facile che ‘sti benedetti modem/router si impallino?
    Incuriosito dalla affermazione di dalco, ho cercato in Rete ed ho trovato mille risposte, però abbastanza diverse tra loro e comunque tutte “opinioni personali”.
    E sì che ho cambiato sistema operativo proprio perché XP avrebbe dovuto “digerire” meglio il router esterno…
    Scarsa qualità dell’hardware o l’instabilità è intrinseca nel software di questi router?

  9. miki64 scrive:

    Dopo l’enneseimo black-out dell’ENEL, il mio amato p.c. è in riparazione. Ho fregato un pc ad un amico con la scusa di aggiornarglielo e non glielo mollerò finoché non mi restituiranno il mio.
    Ed ho scoperto una strana cosa: il mio router-modem non si scollega più improvvisamente!
    E sapete perché?
    Credo che la soluzione sia tutta nel montarlo in verticale, sul proprio piedistallo.
    Probabilmente è un problema di dissipazione del calore… spero di avervi dato una dritta.
    Sul p.c.-non-mio ce l’ho sul piedistallo e non si è ancora disconnesso, mentre sul mio-p.c. appoggiava direttamente sulla parte superiore del case.
    In ogni caso, sconsiglio l’acquisto di un Olidata… 🙁

Trackback e pingback

  1. pseudotecnico:blog » Blog Archive » Lo PseudoVista
    [...] Rispetto alla RC1 le prestazioni sembrano decisamente migliorate: il task manager (che non si chiama più task manager ma…

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.