Basta, grazie

29 giugno 2008

Si ringrazia Wikio (senza link), per aver creato l’ennesimo concorso frantuma gonadi (senza link) in cui si regala l’oggetto tecnologico del momento. Da esperti conoscitori del web non hanno richiesto link per la partecipazione, no, hanno fatto un passo ulteriore:

  • io Wikio ti fornisco un codice sponsor al momento dell’iscrizione;
  • se il vincitore ha usato il tuo codice sponsor per iscriversi, anche tu vinci l’ifon;
  • ti metto a disposizione un modulo web per “invitare” i tuoi “amici” e un banner da inserire nel tuo blog/sito (quindi i link non li chiedo ma li ottengo ugualmente… astuti come una faina dai capelli azzurri).

Conseguenza: non solo trovo post sull’argomento nel feed reader, ma trovo anche qualche fenomeno che pensa bene di usare la mia mail per segnalarmi questa straordinaria opportunità. Grazie di cuore, sig. Wikio, davvero.

P.S. La cosa del modulo web per invitare gli amici sarebbe da confermare: non sono iscritto né ho alcuna intenzione di farlo, so solo che ho ricevuto una mail proveniente da un JavaMail su XXX.wikio.net

Tag Technorati:

DMoz, Wikio e BlogBabel

1 settembre 2007

DMOZ

Stavo facendo un giro sul blog di Napolux quando ho letto questo articolo

Com’è e come non è in meno di 2 giorni sono comparso proprio su dmoz

Ironia della sorte il mio blog nella categoria Weblog era presente da anni, senza peraltro averne mai fatto richiesta. A questo punto vado a controllare e scopro che sono spariti TUTTI i blog che si trovavano in quella categoria e ne sono comparsi una dozzina a me totalmente sconosciuti (l’unico che fa eccezione è proprio quello di Napolux).

Mi domando: è cambiato l’editor della categoria? È stato colpito dalla sindrome del politico che si insedia nel nuovo ufficio e non può vivere bene senza cambiare tutto il personale e tutta la mobilia?

Ma in realtà il quesito di fondo è un altro: qual è l’utilità di una categoria costruita su queste basi? Sarebbe un po’ come fare la categoria costruttori di biciclette da corsa e metterci Vianelli (che ha realizzato la mia splendida bici, ma ha un negozio di 40mq) e dimenticarsi Pinarello.

UPDATE: uff, a quanto pare è pericoloso scrivere i post di getto il sabato mattina 😳

Quando ho visto la categoria Weblog in italiano indicata da Napolux (in parte sviato dai commenti al post), ho dato per scontato che ce ne fosse solo una, in realtà ne esistono diverse, cinque per la precisione. Questo blog rientra nella categoria Notizie e media, mentre quella di cui parla Napolux è la categoria Programmazione. Inutile dire che tutto il discorso fatto perde gran parte della sua ragione di essere, ma siccome non sono abituato a nascondere le mie porcate spingendole sotto al tappetto preferisco lasciare il testo originale e mettere una correzione

WIKIO

Nuovo aggiornamento per la classifica, emergono anche in questo caso i limiti dell’algoritmo: guardate chi c’è in posizione 29, con un salto in avanti di 97 posizioni… L’autore dell’ennesima buffonata accatta link che viene amabilmente definito contest (nulla di personale contro l’autore, non lo conosco né leggo il suo blog).

Nel frattempo Matteo continua imperterrito a salire in classifica, nel giro di un paio di mesi lo vedremo in testa alla classifica che sbeffeggia Pandemia e il nuovo messia 😛

BLOGBABEL

Ormai la classifica si basa solo sui valori di FeedBurner e dei link interni, quindi ha la mobilità di un bradipo con le pattìne*: PageRank, BackLink di Google e Technorati non si aggiornano da almeno un mese su buona parte delle schede.

* Per i gggiovani: le pattìne sono quelle simpatiche pezzuole dalle fantasie tipicamente anni 70 che si mettevano sotto i piedi quando si dava la cera ai pavimenti. A proposito: esiste ancora qualcuno che usa cera e lucidatrice, magari con un gigantesco foulard in testa? Che ricordi… 😛

Tag Technorati: , ,