Compito a casa

22 marzo 2009

Riflessione superficiale post WorkCamp (ci sono le foto, se non le hai già viste): la prossima volta che fai un discorso in pubblico o semplicemente parli con altre persone, pensa a quanti termini o espressioni in lingua inglese hai utilizzato, poi fa’ il conto di quante di queste espressioni hanno un equivalente italiano “efficace”. La percentuale di espressioni evitabili dovrebbe aggirarsi tra il 90% e il 100%.

Quando hai finito prendi il dizionario che giace come un cadavere in cantina, conta i termini inglesi italianizzati che hai usato – come schedulare, googlare, sendare, skillato – e con tutta la tua forza scaglia il corposo volume verso il quinto dito* del piede. Ripeti una volta per ogni parola, scegli tu il piede sacrificabile, basta che sia scalzo.

L’italiano è una lingua splendida, evitiamo questa mania di usare termini tecnici in inglese quando non è strettamente richiesto o necessario.

* voci di corridoio sostengono che il mignolo del piede in realtà si chiami quinto

Tag Technorati: