CSI New York

8 marzo 2007

csiny.jpeg

Mentre sistemo il notebook del fratello che domenica prossima va a fare un salto in Giappone per lavoro (invidia…), mi sono ritrovato a pensare alla serie televisiva in questione (probabilmente influenzato da questo post e dal fatto che sia appena iniziata una nuova puntata): per quanto mi riguarda è la peggiore delle tre (l’originale Las Vegas e gli spin-off Miami e New York).

Le storie sono nello standard CSI, i personaggi non straordinari (come peraltro in CSI Miami) ma il problema fondamentale è un altro: per qualche arcano motivo i protagonisti non hanno alcun tipo di legame tra di loro, sembrano non avere una vita al di fuori del lavoro, mancano connessioni tra le puntate che invoglino lo spettatore a guardare la puntata successiva.

Tag Technorati:

4 commenti/trackback a “CSI New York”

  1. gialloporpora scrive:

    Anche io preferivo di gran lunga CSI Las Vegas, ma, visto il nulla televisivo che offrono le reti televisive tradizionali (non ho Sky), tutto sommato è l’unico programma che seguo con una certa regolarità.
    Ciao

  2. Indigo scrive:

    A me non dispiace nemmeno Miami..Almeno Orazio è più umano!

    Quanto alle relazioni tra i personaggi, sono sempre piuttosto minimali nelle varie serie di CSI..

    certo, in CSI Las Vegas c’era Catherine Willows….. 😛

    😀

  3. Barbara scrive:

    Concordo il migliore resta Las Vegas anche Miami non mi entusiasma granchè devo dire

  4. Suedehead scrive:

    Io ad un certo punto ho smesso di vederlo perché – magari sono solo io ad essere debole di stomaco – lo trovo TROPPO truculento. Mi disturbava proprio.

Trackback e pingback

  1. Nessun trackback o pingback disponibile per questo articolo

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.