Abituato a lavorare con i desktop virtuali sull’iMac e sul PowerBook (grazie a VirtueDesktop), nasce il problema di ottenere funzionalità simili anche sul nuovo notebook con Windows Vista. Piccola digressione: se penso che Linux ha un pieno supporto ai desktop virtuali da secoli, la versione in arrivo di Mac Os X avrà Spaces, per Windows XP esisteva un PowerToy fornito direttamente da Microsoft (Virtual Desktop Manager), mi sembra assurdo che Windows Vista non integri in modo nativo questo tipo di funzionalità :?

Ecco il risultato delle mie ricerche su Google:

  • molti siti propongono Yod’m 3D, un software gratuito che nel frattempo è stato acquisito da Otaku Software, ha cambiato nome in Deskspace ed è diventato a pagamento (19.95USD)
  • c’è un’ottima pagina su Wikipedia dedicata ai desktop virtuali per i vari sistemi operativi
  • un buon software freeware (gratuito per uso privato, con licenze a partire da 10€ per uso commerciale) è Dexpot

Se volete provare Dexpot, ecco alcune informazioni utili:

  • è possibile creare fino a 20 desktop virtuali
  • non ci sono animazioni particolari nel passaggio tra un desktop virtuale e l’altro (non che servano, ma qualcuno storcerà il naso)
  • per passare da un desktop all’altro è possibile usare i tasti WINDOWS+freccia sinistra (o destra), oppure ALT+numero desktop. Tutte le scorciatoie da tastiera sono personalizzabili attraverso le opzioni (decisamente numerose)
  • facendo doppio clic sull’icona nella traybar è possibile visualizzare tutti i desktop disponibili e selezionare quello da attivare

schermi.jpg

Se avete Windows Vista è sicuramente un software da provare ;-)


10 commenti/trackback a “Desktop virtuali su Windows Vista”

  1. sirus scrive:

    Sinceramente non ho mai ritenuto necessario avere i desktop virtuali tanto che su Arch ne facevo un uso molto limitato, su Mac OS sono arrivato a disinstallare VirtueDesktop perché ad onor del vero non lo usavo più dopo i primi giorni. Su Windows non avendo Exposé (su Arch avendo compiz ho a disposizione il plug-in scale) potrebbe essere una soluzione valida ma se Microsoft l’avesse integrata nel sistema operativo credo che sarebbe arrivato un avviso di eliminare la funzionalità da parte dell’antitrust dell’Unione Europea.

  2. flod scrive:

    Sarà che il venerdì mattina sono poco reattivo, ma l’ultima frase spero (e immagino) sia una battuta ;-)

    Io uso quotidianamente VirtueDesktop pur avendo due monitor da 20″ sull’iMac :P

  3. miki64 scrive:

    Piccole note:
    io Dexpot lo utilizzavo anni fa sul mio Windows Millennium Edition.
    Inoltre, sempre con il mio Windows Millennium, avevo pure scovato un trucco per avere un filmato attivo come sfondo del desktop, altro che Vista (e DreamScene)
    http://www.megalab.it/news.php?id=1824

    … povero Vista, che s.o. nato male… :P

  4. Andrea scrive:

    Al lavoro, dove ho W2K, uso Yod’m 3D: funziona molto bene e non ha bisogno d’installazione. Solo su alcuni PC un po’ più vecchi da dei problemi (credo perché manca il FrameWork .NET) ed essendoci restrizioni molto forti, non posso installare quello che manca.

    In alternativa, ho provato VirtuaWin (http://virtuawin.sourceforge.net/), che funziona altrettanto bene. Questo programma richiede installazione, ma in linea di massima, sui PC con restrizioni è sufficiente specificare una cartella diversa da “Program files” (io uso direttamente C:).

    A casa non uso desktop virtuali invece: il mio schermo è abbastanza grande e la risoluzione abbastanza alta da non crearmi troppi casini a video.

    E ora parte lo sfogo (saltare da qui in poi se non vi piacciono le polemiche ;)…

    Però che palle, sempre a criticare, sempre a dire Linuz/MacOS/whatever è meglio. E allora se avete di meglio usate quello che vi piace e smettetela di dire banalità.

    Io non dico di amare Vista, ma ho comunque comprato il PC con questo sistema operativo, quando era stato rialasciato da poco, confidando su una licenza “d’emergenza” di XP del PC precedente, o, eventualmente, su Linux.

    Vista è stato un incubo i primi 2-3 mesi. Ora devo dire che è stabile e funziona bene mi ricorda qualcosa… non fu così anche con XP?).

    Linux, ho provato diverse distribuzioni, ma c’è poco da fare: bisogna ancora essere dei smanettoni e io non lo sono (più).

    Nota:
    Il trucco per far girare i video come sfondo, non è una novità e tantomeno chissà che scoperta: si poteva fare (e si può ancora) con VLC e anche con WinAmp.
    DreamScene fa le stesse cose (oserei dire anche in maniera più pesante, per le risorse).
    Ritengo inoltre questa funzionalità piuttosto oziosa, carina solo per i primi 10 minuti, anche se m’immagino già sedicenti esperti utilizzare il filmato di 3 ore della loro cresima come sfondo…

  5. flod scrive:

    e smettetela di dire banalità.

    Del tipo? ;-)

  6. roberto scrive:

    @pseudotecnico

    sfortunatamente non è una battuta: basta vedere il polverone per il media player e quello per gli antivirus…

  7. flod scrive:

    @roberto Mi sono perso la questione degli antivirus…

    Discorso “media player”: Microsoft è stata multata per abuso di posizione dominante, e non è la prima volta che questo accade (se non ricordo male si parte dagli anni ’90)

  8. Makimaki scrive:

    Grazie dell’informazione. Molto utile.
    Vengo da ambiente compiz, ma avendo acquistato un nuovo pc ed essendo costretto a tenere almeno per un po’ Vista stavo impazzendo nell’avere un solo desktop.

  9. daft scrive:

    fedora e compiz fusion :D senza eguali :)

Trackback e pingback

  1. Best of Week #17 « Gioxx’s Wall
    [...] Desktop virtuali su Windows Vista [...]

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.