Doppi sensi

27 novembre 2005

Serata pre TopHost Linux Day (chi ha visto il materiale di ILS capirà).
Il “toscano” Iacopo, rivolgendosi alla cameriera (carina) per fare l’ordinazione di una pizza: “Salve, vorrei una maialona stesa!”

Per la cronaca: la “maialona” dovrebbe indicare una pizza con quantità industriali di salumi, “stesa” è la pizza in versione maggiorata, la “maialona stesa” sembra una donna di facili costumi pronta all’uso.


8 commenti/trackback a “Doppi sensi”

  1. miki64 scrive:

    Iacopo, Pseudotecnico e Gioxx…
    … che trio di svitati!!!
    (…ah, come smi sarebbe piaciuto essere con loro…)

  2. flod scrive:

    Aggiungi anche una decina di psicopatici assortiti del RavennaLug; ci sono un paio di frasi ma sono troppo “pese” da scrivere.

    Una è di Gioxx, rivolta ad una simpatica fanciulla, l’altra di Switch e riguarda problemi gastro-intestinali 😉

  3. Gioxx scrive:

    Bah, tanto per ridere:

    ci trovavamo al bar per prendere un aperitivo poco prima di andare a cena. Io, rivolto ad una ragazza del nostro lug che è rimasta con noi per la serata, tutta intenta a guardare la teiera bollente e i biscotti che le avevano portato, le chiedo:

    “Vuoi pucciarci dentro la patatina?”

    Inutile dire che io intendevo le mie patatine da “pucciare” nel suo thè caldo, ma il doppio senso è scoppiato in due millisecondi netti.

    La seconda, a cura di Sw|tCh`, è un attimo meno “figura di merda gratuita” ma altrettanto stupida. Mentre pseudotecnico osservava la sua cioccolata, io gli dico che la mattina dopo sarebbe “andato di corpo in modo diverso dal solito”… Sw|tCh` si è limitato a tradurre in “Praticamente domani mattina pisci dal culo”.

    Insomma, lo Zoo di 105 ci ha fatto una pippa in questo week di cagate gratuite e figure di merda…

  4. Barbara scrive:

    Questa era una delle pizze nel menu? O l’hai inventata sul momento?!

  5. flod scrive:

    La “maialona” è una pizza che è abituato a mangiare dalle sue parti (Toscana), ovviamente non c’era a listino 😉

  6. miki64 scrive:

    Uhm… perdonatemi la disgressione culinaria…
    Dalle mie parti c’è il “calzone”… ma non lo chiederei mai ad un nerboruto cameriere uomo!

  7. Gioxx scrive:

    No vai tranquillo, lA camerierA che lavora dove li ho portati a mangiare è donna 100% ed è pure figa 😉 (ho provato a chiederle “delicatamente” il suo numero di telefono ma ho preso il 2 di picche)

Trackback e pingback

  1. pseudotecnico:blog » Blog Archive » Segnalazione blog
    [...] la presenza di una consonante, un uomo che chiede alla cameriera della pizzeria “una maialona stesa” tra l’ilarità [...]

Non è possibile inserire nuovi commenti. I commenti vengono disattivati automaticamente dopo 60 giorni.